Asensio cambia agente: al Milan con un’altra svolta

Il punto sul possibile colpo del Milan. Il cambio di agente non crea problemi: serve un altro cambio per portare a termine l’operazione

Sarà un’estate calda per Marco Asensio. Il calciatore spagnolo è pronto a cambiar vita. A lasciare il Real Madrid per sposare un nuovo progetto.

Asensio cambia agente: il punto
Marco Asensio ©LaPress

In quest’ultimi giorni un cambio epocale nella sua carriera è già avvenuto. Come raccontato su Calciomercato.it e confermato nelle ultime ore sui social dallo stesso Asensio, c’è stato l’addio allo storico agente Horacio Gaggioli. Il talento spagnolo, che con il Real Madrid ha un contratto in scadenza fra poco più di un anno, il 30 giugno 2023, ha deciso di affidarsi a Jorge Mendes.

E’ facile pensare che un cambio di procuratore sia propedeutico ad un cambio di maglia. In questi giorni, in Spagna, si sta parlando tanto di un possibile rinnovo con i blancos. Lo ha detto pubblicamente anche Carlo Ancelotti. Una possibilità effettivamente molto concreta ma un’eventuale firma non escluderebbe comunque un addio alla Capitale spagnola.

Asensio, nonostante una stagione non proprio da protagonista, ha raggiunto la doppia cifra, con ben 11 goal stagionali. Non è certo un titolare di Carlo Ancelotti e la situazione è destinata a peggiore con il calciomercato estivo. Florentino Perez, non è un segreto, vuole regalarsi Mbappe. Con il francese, un addio di Asensio sarebbe praticamente certo.

Calciomercato Milan, in corsa per Asensio

Asensio cambia agente: il punto
Marco Asensio ©LaPresse

Come vi abbiamo raccontato, il Milan ha già mosso i primi passi concreti con Asensio. Si è mosso in prima persona Paolo Maldini. Il club rossonero ha bisogno di qualità, gol e assist, proprio nel ruolo occupato da Asensio. Il campione spagnolo potrebbe rappresentare la ciliegina sulla torta di un mercato che il Milan vivrà da protagonista soprattutto se dovesse arrivare il fondo InvestCorp.

Il cambio di procura non rappresenta un problema anche perché i rapporti tra Maldini e Mendes sono davvero ottimi. Il club rossonero sta gestendo bene la situazione Leao e questo non sta passando inosservato. Non è un caso che con il noto agente portoghese, oltre, che del futuro dell’attaccante, si stia parlando tanto anche di Renato Sanches.

A far la differenza, più che il cambio di procura potrebbe essere il cambio di proprietà. Con InvestCorp potrebbe essere più facile pensare un Milan che si avvicini alle richieste sui 7 milioni di euro netti a stagione da parte di Asensio. In corsa per lo spagnolo restano chiaramente i club inglesi, come Tottenham e soprattutto Arsenal, che non avrebbero problemi ad accontentarlo ma il fascino Milan potrebbe far la differenza.