Calciomercato Milan, Maldini e il sogno americano: occhi su Tyler Adams

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:25

Il sostituto di Franck Kessie potrebbe arrivare dalla Bundesliga: Maldini vuole il duttile gioiello americano Tyler Adams

L’Europa si colora di stelle e strisce: in queste ultime stagioni l’America ha saputo regalarci dei talenti che stiamo lentamente imparando ad apprezzare, a partire da McKennie, che dopo un buon primo anno adesso sta riuscendo a convincere anche Allegri, fino a Pulisic, che a Londra continua a vestire la maglia del Chelsea non con continuità, ma comunque con impegno e dedizione, ritagliandosi anche spazio in Champions League.

©LaPresse

Reyna al Dortmund e Dest al Barcellona continuano la lista dei talenti made in USA, ai quali adesso potrebbe aggiungersi anche Tyler Adams, obiettivo di Maldini per il Milan, che intanto guarda anche a Botman del Lille. Red Bull gli ha davvero messo le ali al giovane Tyler. Cresciuto nelle file dei New York Red Bulls, attualmente Adams veste la maglia di un’altra società sempre nelle mani del colosso austriaco, il Lipsia, in Bundesliga.

Cresciuto come terzino, nel corso della sua carriera ha saputo dimostrarsi un ottimo mediano e incontrista, così da permettere a Nagelsmann di schierarlo là dove si fosse necessità. Posizionato al centro della mediana, Adams ha saputo dimostrare ottima tecnica, cercando anche la giocata in verticale a servire le punte. Inoltre, crescere con accanto Marcel Sabitzer, che l’estate scorsa ha lasciato Lipsia per andare al Bayern Monaco, dev’essere stato un bell’addendum a una carriera che, essendo lui un classe ’99, ha ancora tanto da poter dire.

Tyler, dall’America all’Europa con Red Bull

©LaPresse

Adams, però, si è saputo togliere anche lo sfizio di un record europeo, perché andando a segno nei quarti di Champions League contro l’Atletico Madrid del Cholo Simeone è diventato il primo giocatore americano a segnare a quel livello della competizione europea: un piccolo vanto, che non ha portato la squadra tedesca a ulteriori trionfi nella competizione dei grandi, ma ha permesso comunque al Lipsia di dire la sua. Certo appartenente alla generazione d’oro che gli Stati Uniti stanno regalando al calcio mondiale, dopo gli sparuti tentativi degli anni Novanta con Freddy Adu a capitanare un movimento che non è mai esploso, ora Maldini sembra volersi lasciar sedurre da Adams.

Tyler ha dichiarato a dicembre che il Lipsia oramai per lui è come una seconda casa, che ha trovato un ambiente molto familiare e che lo coccola ogni giorno: il luogo perfetto dove crescere come atleta e come persona, lui che quest’anno compirà 23 anni ed è al suo terzo anno in Germania.

Tyler e il suo futuro

©LaPresse

Un momento della sua carriera fondamentale, perché lo scorso dicembre ha anche indossato la fascia da capitano della sua nazionale, che dopo aver mancato la qualificazione ai mondiali del 2018 vogliono assicurarsi la presenza a Qatar 2022: un altro grande palcoscenico che potrebbe permettere ad Adams di continuare la propria crescita, magari partecipandoci con una maglia diversa. Quella rossonera.

D’altronde con la partenza di Kessie, è molto probabile che Maldini dovrà correre ai ripari per trovare un’alternativa valida da inserire a centrocampo: la struttura fisica di Adams potrebbe rispondere proprio a quelle esigenze dei rossoneri, che dopo un mercato invernale sottotono e all’insegna del bilancio potrebbero iniziare a guardare in direzione di investimenti importanti per l’estate. Per farcela, però, ci sarà bisogno della qualificazione alla prossima Champions League, per un introito che permetterebbe alla società meneghina di assicurarvi un’entrata in grado di supportare futuri investimenti.