CM.IT | Ndombele e Diawara, che intreccio tra Roma, Tottenham e Valencia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:49

A caccia di un ultimo regalo a centrocampo. José Mourinho attende notizie sul fronte Diawara, in uscita dalla Roma

Uno degli ultimi effetti domino ancora in sospeso per questo calciomercato invernale dipenderà dalle sorti di Tanguy Ndombele. Il francese, per il quale il Tottenham ha sborsato 60 milioni di euro nel 2019, è evidentemente fuori dai piani di Antonio Conte, e in questa stagione ha vissuto 886 minuti in campo.

Calciomercato, Ndombele e Diawara, che intreccio tra Roma, Tottenham e Valencia
Tanguy Ndombele ©LaPresse

Fabio Paratici ha deciso di mandarlo a giocare, per fargli vivere una seconda parte di annata da protagonista ed evitare di svalutare ulteriormente il suo cartellino. Per questo, come anticipato dalla nostra redazione, è disposto a farlo partire in prestito secco, partecipando in maniera consistente al pagamento del suo stipendio, che si aggira sui 10 milioni a stagione. Il Valencia, che dopo l’addio di Wass ha bisogno di acquistare un centrocampista difensivo (Ilaix Moriba ha altre caratteristiche), è al lavoro sul calciatore da circa 20 giorni, ed ha raggiunto un principio d’accordo con gli inglesi.

Calciomercato Roma, intreccio Ndombele-Diawara: le ultime

La fumata bianca, però, non è arrivata a causa dell’interesse del PSG, che è (ovviamente) in cima alle preferenze del calciatore. I parigini trattano e i contatti procedono, ma per poter inserire in lista il classe ‘96 devono prima cedere Paredes, e, forse, non solo lui. L’affare, dunque, per ora resta bloccato, e condiziona anche il futuro di Amadou Diawara. Il centrocampista è il secondo nome che valuta il Valencia per il suo centrocampo, ma il club ‘che’, prima di affondare il colpo, vuole attendere l’epilogo del caso Ndombele. Daniele Piraino, agente dell’ex Napoli, ha dichiarato a ‘AS’ che la priorità del suo assistito è proprio il sodalizio spagnolo e oggi è tornato a Trigoria, per trovare una soluzione.

La Roma, ricordiamolo, non ha dettato particolari condizioni ed è disposta ad accettare anche un prestito secco e non solo con diritto o obbligo. Ore di attesa, dunque, prima che le tessere comincino a cadere. Vedremo verso quale direzione.