Juventus, Morata resta (per ora) | In Serie A e Premier i sostituti ideali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:50

Le ultime sul nuovo attaccante della Juventus con l’uscita di Morata, destinazione Barcellona, ancora possibile nonostante le dichiarazioni di Allegri

Chi conosce bene le pieghe del mercato, le sue frenate tattiche e le sue repentine accelerazioni, dice che alla fine Alvaro Morata andrà al Barcellona. Nonostante Max Allegri abbia dialetticamente chiuso ogni discorso diverso dall’unico possibile. “Morata resta e basta” ha detto il tecnico della Juventus. Resta ora, aggiungiamo noi. Perché non si sono ancora verificate le condizioni favorevoli per far sì che i bianconeri possano ragionare su una nuova partenza dello spagnolo.

Calciomercato Juventus, Morata vuole sempre il Barcellona
Alvaro Morata ©LaPresse

Il tema dell’attaccante da prendere in sostituzione è l’unico vero e caldo di mercato in casa Juve. Senza quel tassello, il diktat è non solo quello di escludere una questione Morata in uscita, ma di troncare sul nascere ogni ipotesi che possa andare in quella direzione. Sarebbe persino pericoloso, creare un percorso in uscita per Morata, senza avere già il sostituto in pugno. E proprio questo è il nodo che non si scioglie ancora a Torino.

LEGGI ANCHE >>> CM.IT | Conte vuole lo scambio: l’offerta piace alla Juve. Ma non al Milan

Calciomercato Juventus, Icardi potrebbe non essere il profilo ideale. ‘Occasione’ Origi

Calciomercato Juventus, occasione Origi se parte Morata
Divock Origi ©LaPresse

Icardi è una ipotesi che però sta lì, come un grande amore che non si riesce ad archiviare, ma lì resta: senza muoversi, prendere coraggio. Ci sono perplessità di ordine ambientale, pratico e tecnico. Il Psg ha messo sostanzialmente alla porta l’argentino, ma comunque si possa mettere in piedi l’operazione, i dodici milioni (bonus inclusi) di ingaggio di ‘Maurito’ chi li copre? E poi, Icardi è davvero l’attaccante che serve? Un uomo d’area con una Juve che dentro l’area costruisce poco o nulla. Poi può starci che Allegri abbia in testa di cambiare modulo, rivedere l’impostazione della squadra, ma ad oggi sembra tutto un altro l’attaccante che per caratteristiche può servire alla Juventus: uno Zapata, capace di caricarsi la squadra sulle spalle e di costruirsi le palle gol da trascinatore assoluto della manovra offensiva, uno molto abile nell’accelerazione e con uno spiccatissimo fiuto del gol.

Ecco allora che queste caratteristiche porterebbero dritti in Premier, a casa del Liverpool, dove c’è il ventiseienne belga Divock Origi, uno che quel tipo di lavoro sa farlo alla perfezione. Di più, ce lo ha proprio per vocazione. Origi sta vivendo un’altra stagione non esattamente sotto i riflettori con i ‘Reds’. Veniva da 7 presenze complessive e un solo gol nel 2020-2021, in questa, giunta più o meno alla metà, sembra mantenere quel trend non proprio positivo in termini di gare e minuti giocati: sono state 10 durante tutta la stagione, per 393 minuti. L’attaccante belga è riuscito però a segnare 5 reti confezionando 2 assist. Rigenerandosi in un ambiente nuovo, in un Paese e un campionato diversi, Origi punterebbe a ritrovare quella continuità preziosa per un con le sua caratteristiche fisiche. Con un contratto in scadenza tra cinque mesi la valutazione de suo profilo diventa ancora più interessante per il club bianconero che comunque non intende mettersi seduto a discutere su una valutazione che in questo momento per il Liverpool si aggira sui 15 milioni. Troppi per un calciatore che tra un mese sarà nelle condizione di firmare, da virtualmente libero, con chi vuole.

LEGGI ANCHE >>> Emergenza Covid in Serie A, assemblea straordinaria: le decisioni della Lega

Calciomercato Juventus, il ‘sogno’ resta Vlahovic. Incontro col Sassuolo per Scamacca

Calciomercato Juventus, Vlahovic resta il sogno
Dusan Vlahovic ©LaPresse

L’altro sogno del momento sarebbe Dusan Vlahovic, irrealizzabile sempre per i numeri dell’operazione, che vanno dai 70 milioni di costo del cartellino del bomber serbo, ai 10 di ingaggio che aspira a guadagnare. Origi davvero in questo momento appare il giocatore per cui la Juventus può premere di più sull’acceleratore. E fino a che questo scenario, o magari altri, non sarà verificato seriamente per coglierne la fattività, va da sé che Alvaro Morata non si tocca. Sapendo però in realtà che la storia tra lo spagnolo e la Juventus sembra davvero al capolinea. Il quadro si completa con un incontro che la prossima settimana la Juventus e il Sassuolo hanno in agenda per parlare di Gianluca Scamacca. L’intenzione sarebbe quella di prenotare l’attaccante romano per giugno, a fine stagione. Inter permettendo, ovviamente. I nerazzurri a giugno su Scamacca saranno concentratissimi e molto determinati.

F.S.