Udinese-Salernitana, Marino: “Decisione giusta. La Lega deve tutelare la regolarità”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:51

Si è chiusa questa sera la vicenda relativa a Udinese-Salernitana sfida a conti fatti mai disputata in virtù della mancata presenza degli ospiti. A margine dell’incontro ha parlato Pierpaolo Marino 

Nulla da fare per Udinese-Salernitana. A conti fatti la gara ‘fantasma’ non si è mai giocata a causa dell’assenza sul terreno di gioco dei campani, bloccati dalla autorità sanitarie  per alcune positività al Covid nel gruppo squadra che hanno di fatto impedito la partenza. L’arbitro Camplone e i suoi assistenti hanno confermato l’assenza della Salernitana e la stessa Lega Calcio su Twitter ha scritto: “La gara Udinese-Salernitana non si è disputata a causa della mancata presentazione della società Salernitana”. 

Udinese-Salernitana, Marino: "Decisione giusta"
Pierpaolo Marino a Dazn

Una situazione surreale raccontata peraltro anche ai microfoni di ‘Dazn’ da Pierpaolo Marino, direttore dell’area tecnica dell’Udinese: “La posizione ufficiale è che la Lega non ha, giustamente, rinviato la partita e noi in ossequio al regolamento siamo tenuti a presentarci in campo. La Lega ha il dovere di tutelare la regolarità del campionato e che non venga rinviata una partita per una positività di un giocatore. Noi siamo andati a giocare a Roma con la Lazio con 7 giocatori con il Covid e con l’allenatore compreso. Eppure abbiamo vinto 1-3 in quell’occasione. La Lega ha fatto quello che è doveroso. Vedremo cosa succederà, ma c’è una peculiarità rispetto a Juventus-Napoli, ossia che la Salernitana avrebbe dovuto prendere un charter e non un aereo di linea”.

LEGGI ANCHE >>> CMIT TV | L’annuncio di Valcareggi: “Vlahovic andrà alla Juventus”

Marino ha aggiunto: “L’articolo 4 stabilisce che le squadre devono prendere un aereo privato. Il provvedimento ASL era solo di impedire il viaggio su un aereo di linea, se ci fosse stato un charter la Salernitana, a cui va la nostra solidarietà, avrebbe potuto essere regolarmente qui. Noi abbiamo dato disponibilità a fare i tamponi, abbiamo fatto di tutto per giocare la partita”.

Si chiude quindi il capitolo odierno, che però è destinato ad avere ulteriori strascichi prossimamente. Intanto la stessa Salernitana è protagonista, suo malgrado, anche di un’altra vicenda extra campo che decreterà il futuro in questa Serie A della compagine campana.