“L’Italia è l’unico Paese che non lo permette”: l’agente di Eriksen dice addio all’Inter

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:50

L’agente di Eriksen ha commentato l’addio all’Inter: le parole del procuratore anche sul futuro del suo assistito

È arrivata ieri l’ufficialità dell’addio all’Inter da parte di Christian Eriksen. Attraverso una nota, la società nerazzurra ha infatti comunicato “di aver trovato un accordo per la rescissione consensuale del contratto di Christian Eriksen. Il Club e tutta la famiglia nerazzurra abbracciano il calciatore e gli augurano il meglio per il suo futuro”.

"Italia unico Paese che non lo permette": agente Eriksen dice addio all'Inter
Eriksen all’Inter © LaPresse

“Anche se oggi le strade dell’Inter e di Christian si separano, resterà un legame forte e indissolubile. I momenti più belli, i gol e le vittorie, l’abbraccio dei tifosi fuori da San Siro nel celebrare lo Scudetto: tutto resterà sempre fissato nella storia nerazzurra”: l’Inter ha salutato così il fantasista danese. Un addio di fatto obbligato alla luce delle regole previste in Italia. A ‘La Gazzetta dello Sport’, l’agente del giocatore, Martin Schoots, ha parlato delle condizioni del giocatore: “Chris è in buone condizioni fisiche. Giocherà ancora, sono ottimista, il calcio è la sua passione. Vediamo che cosa ci porterà gennaio. Dico di più: già due club mi hanno chiamato per sapere come sta. E questo è accaduto tempo fa, quando era ancora sotto contratto con l’Inter ma già si allenava per conto suo, lontano dai riflettori”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, è ancora fuori rosa: proposto anche a Inter e Milan

Inter, l’agente di Eriksen: “Era chiaro che sarebbe finita così”

"Italia unico Paese che non lo permette": agente Eriksen dice addio all'Inter
Eriksen con la maglia della Danimarca © LaPresse

Il procuratore dell’ex Ajax e Tottenham si è poi soffermato sull’addio all’Italia: “Era chiaro che sarebbe finita così, anche perché l’Italia è l’unico Paese che non permette di scendere in campo e neppure di allenarsi con un defibrillatore“.

LEGGI ANCHE >>> ESCLUSIVO | Spalletti chiede rinforzi, l’agente di Mandava: “Napoli top club”

Eriksen potrebbe ora ripartire da casa sua, ovvero dai danesi dell’Odense, dove è cresciuto e si sta allenando in questo periodo. A proposito di ritorno, non è da scartare neanche l’ipotesi Ajax, dove invece è esploso prima del grande salto al Tottenham. Infine, la stessa Premier League potrebbe riaccogliere il danese che ha molti estimatori. La sua carriera non è ancora finita.