Italia, Mancini e il futuro: arriva l’annuncio del CT azzurro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:14

Il CT della Nazionale Roberto Mancini fa un annuncio sul suo futuro: la dichiarazione nel corso di una lunga intervista

Dopo la vittoria a Euro 2020, è arrivata la delusione per la mancata qualificazione della Nazionale ai Mondiali 2022. Gli azzurri sono giunti a sorpresa secondi nel girone alle spalle della Svizzera, rimandando il verdetto agli spareggi di marzo.

Italia, Mancini e il futuro: arriva l'annuncio del CT azzurro
Roberto Mancini © LaPresse

Tutto è ancora aperto per gli azzurri di Mancini, che si giocheranno contro la Macedonia e poi, in caso di vittoria, con la vincente di Portogallo-Turchia il pass per la rassegna iridata. Di certo, quanto visto negli ultimi impegni della Nazionale ha sancito un passo indietro rispetto alla vittoriosa cavalcata estiva nel torneo continentale. Il CT ha parlato di questo e di vari altri aspetti in una lunga intervista al quotidiano sportivo francese ‘L’Equipe’. E’ stato trattato anche il suo futuro, che per quanto riguarda la Nazionale non è più così certo. Come raccontato da Calciomercato.it, Mancini è nel mirino di Manchester United, Juventus e Psg, nel caso in cui il suo rapporto con gli azzurri dovesse interrompersi.

Italia, parla Mancini: gli scenari

Italia, Mancini e il futuro: arriva l'annuncio del CT azzurro
Roberto Mancini © LaPresse

Sulle prospettive in chiave mondiale, Mancini spiega il ‘flop’ nel girone di qualificazione ma si dice anche fiducioso sul raggiungimento dell’obiettivo. “Potevamo qualificarci prima, ma i dettagli che prima giravano a favore ci hanno girato contro – ha dichiarato – Peccato, ma ormai è successo. Dobbiamo rimboccarci le maniche per passare agli spareggi ed essere forti in questa difficoltà, sono sicuro che ce la faremo. Questa non è la Nazionale del 2018 e anche allora la distanza con le grandi squadre non era molta. Il movimento ha tratto fiducia dalla vittoria all’Europeo”.

LEGGI ANCHE >>> Addio Mancini senza Mondiale? La Nazionale e i possibili sostituti

Sul suo futuro, verdetto ancora in sospeso. “Non sono proiettato su cosa sarà dopo, per il momento – ha aggiunto – Dobbiamo aspettare cosa succederà agli spareggi. Vedremo dopo che cosa succederà, per il momento è difficile dirlo”. Dunque, bisognerà attendere prima il dentro o fuori di marzo. Nella speranza, per il calcio italiano, che arrivi questa volta la qualificazione ai Mondiali. Lo spettro di una doppia assenza consecutiva sarebbe davvero pesante per tutto il movimento.