Brahim Diaz: “Ecco cosa vorrei imparare da Ibra”. L’annuncio sul futuro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:34

Brahim Diaz tra presente e futuro. Il fantasista spagnolo si racconta, parlando del match di stasera contro l’Atletico ma anche di Real e Ibra

Poche ore e il Milan di Stefano Pioli sfiderà l’Atletico Madrid, per la quinta giornata della fase a gironi di Champions League. L’unico risultato per continuare a crederci è la vittoria.

Milan, il futuro Brahim Diaz
Brahim Diaz ©LaPresse

Tra i protagonisti più attesi del match c’è sicuramente Brahim Diaz, che torna nella Capitale: “Siamo il Milan, un’ottima squadra, e matematicamente possiamo ancora qualificarci – afferma lo spagnolo ai microfoni di El Pais -. Non abbiamo avuto quel pizzico di fortuna in Champions, anche se abbiamo giocato abbastanza bene. Ad Anfield è stato difficile il primo tempo, ma abbiamo ottenuto 1-2, e poi quei due gol… Contro l’Atlético abbiamo giocato una partita incredibile, e i due gol sono arrivati alla fine. Andremo lì per fare il nostro gioco e vincere”.

LEGGI ANCHE >>> Inter-Shakhtar e Atletico Madrid-Milan: probabili formazioni e intrecci di mercato

Testa al Milan

Calciomercato Milan, svolta decisiva: tripla chiusura entro fine anno
Theo Hernandez, Brahim Diaz e Dybala © LaPresse

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, Commisso torna in Italia: Milan e Juventus tremano

Impossibile non parlare del futuro. Ricordiamo che Brahim è ritornato in rossonero in prestito biennale, con diritto di riscatto e contro-riscatto – “Adesso sono al Milan, sono concentrato sul Milan e qui voglio dare il massimo. Il Real lo seguo da lontano, ma ora sono qui, mi sto godendo quello che mi piace, ovvero giocare a calcio per un grande club come il Milan”.

Ibrahimovic?  – “Mi piacerebbe avere la sua capacità di segnare, la sua capacità di capire il calcio. Quello lo ha acquisito con l’esperienza… È un attaccante completo e imprevedibile, sa segnare in qualsiasi maniera”.