CM.IT | Caos Dazn, interviene il Governo: pronta la moral suasion

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:25

Il Governo ha convocato ufficialmente i vertici di Dazn per un riscontro sulla presunta volontà di cambiare le condizioni contrattuali

Il caso Dazn continua a far discutere. In questo inizio di stagione gli abbonati al servizio di streaming, che detiene l’esclusiva di 7 partite di Serie A e la co-esclusiva delle altre 3, hanno continuano a riscontrare problemi di visione e disservizi.

Dazn Governo convocazione ufficiale
Dazn © LaPresse

Di recente, si è generata una nuova bufera intorno all’azienda riguardo alla presunta volontà di modificare le condizioni contrattuali e togliere la possibilità ai propri utenti di condividere gli abbonamenti. Stando alle ultime indiscrezione raccolte da Calciomercato.it, il Ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti ha convocato ufficialmente al Mise i vertici dell’azienda per avere un riscontro in questo senso.

LEGGI ANCHE>>> Caos Dazn, l’annuncio: “Pratica commerciale scorretta. Ora si ricreda”

Dazn, il Governo vuole chiarezza sugli abbonamenti

Dazn Governo
Dazn © LaPresse

Nel caso Dazn confermasse l’indiscrezione lanciata dal ‘Sole 24 Ore’, il Governo proverà ad intervenire in modo pressante. Ci sarà una moral suasion da parte di Giorgetti e del suo dicastero per evitare questo passo: sarà chiesto il rispetto degli obblighi assunti con i consumatori. Dazn, dal canto suo, chiederà a sua volta norme più stringenti contro la pirateria: dagli stimati 4 milioni di abbonati in avvio di stagione, pare si sia giunti solo a 2 milioni circa. Ed il broadcaster chiederà all’Esecutivo misure più stringenti per combattere quanto mina la possibilità di migliorare la quota di abbonamenti raggiunti.

LEGGI ANCHE>>> VIDEO CM.IT | Bufera Dazn, cambia il piano e tifosi in rivolta!

Nel frattempo, è arrivata anche la risposta di Dazn alla convocazione tramite comunicato: “Come di consueto siamo disponibili alla collaborazione e al confronto con le autorità e le istituzioni. A questo riguardo, abbiamo prontamente accolto l’invito da parte del Ministro dello Sviluppo Economico e dell’On. Anna Ascani, ad un confronto da svolgersi all’inizio della prossima settimana“.