Conte fa arrabbiare Pioli: doppio scippo già a gennaio!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:31

Il Milan di Stefano Pioli potrebbe perdere due pedine fondamentali già durante il calciomercato di gennaio. Il Tottenham è pronto al doppio assalto

Appare segnato il futuro di Franck Kessie. Il centrocampista ivoriano si allontana ogni giorno di più dal Milan: le dichiarazioni, con cui giurava amore ai rossoneri e prometteva di firmare il rinnovo di contratto, rilasciate in estate in Giappone, ormai se le è portate via il vento.

Milan, addio Kessie e Romagnoli
Stefano Pioli ©LaPresse

La realtà dei fatti è che tra le parti c’è enorme distanza, con il Milan che non ha alcuna intenzione di andare oltre i 6/6,5 milioni di euro netti a stagione. Le richieste di Atangana sono ovviamente superiori. Il desiderio dell’entourage di Kessie è di strappare un assegno a doppia cifra.

In Italia è difficile che qualcuno possa accontentare Kessie, che certamente volerà all’estero. In prima fila c’è il Psg ma attenzione al Tottenham, che con l’arrivo di Antonio Conte è pronto ad organizzare un assalto già durante il calciomercato di gennaio. Gli Spurs, come riporta Telelombardia, vogliono Kessie subito e per convincerlo sarebbero pronti a fare leva sulla volontà di dell’ivoriano di giocare in Premier League, almeno una volta nella sua carriera.

LEGGI ANCHE >>> Milan-Inter, le probabili formazioni: Ibrahimovic sfida Dzeko

Non solo Kessie

Calciomercato, Conte 'scippa' la Juventus per Romagnoli | Affare a zero
Alessio Romagnoli © LaPresse

LEGGI ANCHE >>> Milan, Pioli pronto a sorprendere: così contro l’Inter

Attenzione, inoltre, anche ad un altro calciatore del Milan che va in scadenza di contratto. il Tottenham – come riporta 90.com – potrebbe dare l’assalto a gennaio anche ad Alessio Romagnoli, apprezzato sia da Conte che Paratici, presentando così una doppia offerta.

Ad oggi una partenza di entrambi a gennaio appare uno scenario complicato ma non impossibile. E’ evidente che il Milan dovrebbe correre subito ai ripari per trovare i giusti sostituti e a gennaio non è sempre facile.