Amarezza Italiano: “Gara decisa da una prodezza”. Poi spiazza tutti su Vlahovic

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:25

Le dichiarazioni in conferenza stampa di Vincenzo Italiano, allenatore della Fiorentina, dopo il ko dell’Allianz Stadium contro la Juventus

Beffa per la Fiorentina allo scadere del match di campionato contro la Juventus. Il gol di Cuadrado ha permesso ai bianconeri di portare a casa i tre punti all’Allianz Stadium. Tutta la delusione di Vincenzo Italiano in conferenza stampa: “Siamo amareggiati e arrabbiati, per la prestazione di oggi meritavamo un pareggio”.

Juventus Fiorentina Italiano Vlahovic
Italiano

Italiano prosegue: “L’esito negativo del risultato non toglie però nulla alla prova dei miei, hanno messo in campo tanta personalità e sinceramente un punto meritavamo di portarlo a casa. In certe situazioni però dovevamo essere più svegli e furbi, se non si può vincere dobbiamo cercare di conquistare almeno un pareggio. Alla fine abbiamo perso per una prodezza di un campione”.

ROSSO MILENKOVIC – “Abbiamo giocato una gara di alto livello contro una grande squadra. Con le big del campionato non abbiamo fatto ancora punti: dobbiamo cercare di migliorare e raccogliere i frutti di quanto seminato. Fino all’espulsione stavamo disputando una grandissima partita: ho detto a Milenkovic, in tutta serenità, che certi episodi fanno crescere un giocatore. Se dobbiamo spendere un giallo dobbiamo farlo in determinate situazioni”.

LEGGI ANCHE>>> Serie A, Cagliari-Atalanta 1-2: Pasalic e Zapata, Gasperini quarto da solo

Juventus-Fiorentina, Italiano: “Prestazione positiva di Vlahovic”

Juventus Fiorentina Vlahovic Italiano
Vlahovic © LaPresse

LEGGI ANCHE>>> Juventus-Fiorentina, de Ligt svela il ‘segreto’ dei suoi miglioramenti

Italiano ha risposto anche alla domanda di Calciomercato.it sulla prestazione di Vlahovic: “Se ha deluso? Dusan è stato costretto dalla bravura degli avversari a giocare molti palloni spalle alla porta. Ovviamente il giudizio di un attaccante cambia positivamente se fa gol, negativamente se invece non segna. Però lui ha fatto bene oggi, si è sacrificato per la squadra giocando di sponda e ha avuto due-tre palle pericolose in area. Per me, anche se un centravanti non segna ma lavora e dà tutto per la squadra, ha fatto comunque una prestazione positiva. Non dimentichiamoci anche che aveva avversari importanti davanti”.