Profondo rosso Juve: bilancio in forte perdita anche nel 2022 | Numeri scioccanti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:29

La Juventus prevede un rosso pesante anche per il bilancio 2022 e punta all’equilibrio entro il 2023/24. Tutti i dettagli

L’ultimo bilancio della Juventus ha fatto registrare un passivo record per la società di 209,9 milioni di euro. E anche la previsione del prossimo bilancio 2022 è tutt’altro che rosea. A renderlo noto è lo stesso club bianconero.

Profondo rosso Juve: bilancio in perdita anche nel 2022 | Numeri scioccanti
Andrea Agnelli ©️ Getty Images

La Juventus ha infatti pubblicato una “Nota integrativa alla relazione del consiglio di amministrazione” in merito al primo punto all’ordine del giorno dell’assemblea degli azionisti convocata per venerdì 29 ottobre 2021. Nella nota, la società tratta la destinazione dei proventi dell’aumento di capitale, la previsione del bilancio 2022 e gli obiettivi del piano di sviluppo aggiornato. Ecco le cifre previste nel prossimo bilancio.

LEGGI ANCHE >>> CMIT TV | Juve ascolta: “Per Lucca c’è già un accordo. E occhio all’estero”

Bilancio Juventus 2022: fabbisogno da 148 milioni di euro

Profondo rosso Juve: bilancio in perdita anche nel 2022 | Numeri scioccanti
Agnelli e John Elkann © Getty Images

La Juve ha informato che “il fabbisogno finanziario complessivo netto del Gruppo per i dodici mesi successivi alla data dell’Assemblea (i.e. al 29 ottobre 2021), determinato includendo anche i debiti non finanziari e senza tener conto dei proventi dell’Aumento di Capitale, è stimato in circa Euro 148 milioni“.

LEGGI ANCHE >>> Inter-Juventus, per la Supercoppa spunta la nuova data

“I proventi netti dell’Aumento di Capitale al netto delle spese saranno pari, in caso di sua integrale sottoscrizione e liberazione, a circa Euro 395 milioni – prosegue la nota – se si considerano gli Euro 5 milioni quale stima delle spese dell’Aumento di Capitale stesso”. Infine, la società bianconera “si attende un andamento economico in sensibile miglioramento dall’esercizio 2022/2023 e il raggiungimento dell’equilibrio economico-finanziario dal punto di vista operativo entro l’esercizio 2023/2024“.