C’è già una tegola per Juventus-Roma: assenza certa per il big match

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:35

Sarà lo scontro tra Juventus e Roma a catalizzare l’attenzione in Serie A al ritorno in campo dopo la pausa per le Nazionali. Assenza importante all’Allianz Stadium

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri ©Getty Images

La Juventus chiude con una preziosissima vittoria nel derby contro il Torino una settimana importante prima della sosta per le Nazionali. Quarta vittoria consecutiva tra campionato e Champions per la squadra di Allegri, che mercoledì aveva piegato all’Allianz Stadium i campioni d’Europa del Chelsea in coppa. Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

LEGGI ANCHE >>> Due nomi caldi per la Juventus: sacrificio per il colpo da 40 milioni

Piano piano l’allenatore bianconero tra ritrovando tutti i pezzi, con Arthur e Kaio Jorge tornati disponibili per la stracittadina sabato in casa del ‘Toro’. L’ex Barcellona darà più qualità in mediana alla Juve, mentre il giovane attaccante (che ha esordito proprio contro il Torino) sarà un’alternativa utile in attacco per Allegri.

Juventus-Roma, Allegri sorride a metà: Dybala recupera, Morata ancora KO

Morata Juventus
Alvaro Morata ©Getty Images

Nel reparto offensivo la ‘Vecchia Signora’ ha dovuto fare a meno dei titolari Dybala e Morata, ko entrambi nella sfida casalinga con la Sampdoria. Allegri dovrebbe ritrovare la ‘Joya’ numero dieci giù per il big match contro la Roma al ritorno dopo la sosta, mentre per lo spagnolo i tempi potrebbero essere un po’ più lunghi. Difficilmente infatti l’ex Real e Atletico Madrid sarà disponibile al cospetto della formazione di Mourinho, con il suo rientro atteso in Champions con lo Zenit o nella partita successiva contro l’Inter a San Siro.

Allegri con la Roma potrebbe affidarsi così nuovamente ad una Juventus senza centravanti, stavolta con Dybala al fianco di Chiesa se il fantasista ex Palermo darà le necessarie garanzie fisiche per partire dal primo minuto. Sulla coesistenza in coppia del numero 22 e del mancino albiceleste, però, lo stesso mister livornese ha mostrato tutte le sue perplessità alla vigilia del derby col Torino.