Juventus-Sampdoria, Allegri: “Chelsea non decisiva”. Dribbling sul ruolo di Chiesa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:41

Le dichiarazioni in conferenza stampa di Massimiliano Allegri dopo la vittoria della Juventus all’Allianz Stadium contro la Sampdoria

Juventus-Sampdoria, Allegri: “Chelsea non decisiva”. Dribbling sul ruolo di Chiesa
Massimiliano Allegri (Screen TV)

La Juventus soffre ma vince anche con la Sampdoria. Dopo il 3-2 sul campo dello Spezia, altra vittoria con identico risultato per i bianconeri all’Allianz Stadium nel lunch match contro la squadra di D’Aversa. Le dichiarazioni in conferenza stampa di Massimiliano Allegri: “Bisogna migliorare, non solo nel cercare di non prendere gol ma anche in fase offensiva. Dopo venti minuti dovevano chiuderla e risparmiare energie preziose per le prossime partite – esordisce il tecnico bianconero – C’è stato un passetto un avanti per la classifica, ma dobbiamo evitare le disattenzioni ed essere più concreti”.

LEGGI ANCHE >>>PAGELLE e TABELLINO Juventus-Sampdoria | Dybala ‘Joya’ a metà, Candreva non basta

Allegri ha risposto alla domanda dell’inviato di Calciomercato.it sul prossimo impegno con il Chelsea in Champions League e la posizione di Chiesa: “Mercoledì sarà una grande serata tra le due squadre più importanti del girone. Dopo la Champions avremo un’altra partita importante come il derby col Torino. Ma il passaggio del turno in coppa non si decide mercoledì, sarà determinante il doppio scontro con lo Zenit. Chiesa punta? Adesso pensiamo a riposare, fateci gustare questa vittoria. Ci penseremo nei prossimi giorni al match contro il Chelsea.” Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE!

Allegri in conferenza dopo Juve-Sampdoria: “Morata e Dybala li rivedremo dopo la sosta”

Infortunio in Juventus-Sampdoria, Dybala esce in lacrime
Paulo Dybala ©️Getty Images

Il tecnico della Juve si sofferma successivamente sugli infortuni: “Morata e Dybala li rivedremo dopo la sosta, mercoledì e sabato non li avremo sicuro. Dopo l’uscita dal campo di Paulo non c’è stato un contraccolpo, metteremo un altro al suo posto anche se con caratteristiche diverse. Kulusevski? E’ entrato bene in campo, ha fatto l’assist. Quando punta la porta può essere devastante”. Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

Infine sulla gerarchia dal dischetto e le urla a fine partita: “Ho deciso io perché il rigorista dopo Dybala è Bonucci. Leonardo li calcia bene così come Cuadrado, però mi sentivo che doveva tirare lui e sono stato fortunato. Le indicazioni? In certi momenti serve solidità, cerco di tenere sempre la squadra viva”.