Napoli-Juventus, Allegri: “Paghiamo caro ogni errore. Su Szczesny…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:43

La Juventus perde allo Stadio Diego Armando Maradona contro il Napoli: il tecnico Massimiliano Allegri è intervenuto nel post partita

Napoli Juventus Allegri
Allegri (Screen DAZN)

Sconfitta pesante per la Juventus contro il Napoli di Spalletti. I bianconeri hanno perso 1-2, puniti dai gol di Politano e Koulibaly che hanno rimontato il vantaggio di Morata. Nel post-partita è intervenuto il tecnico Massimiliano Allegri ai microfoni di ‘DAZN’. Di seguito le sue parole: “Abbiamo giocato una fase difensiva giusta, ma in questo momento le cose vanno così. Ci condizionano gli errori, ma bisogna migliorare sotto l’aspetto tecnico. Bisogna migliorare, Szczesny oggi ha parato poco. Bisogna iniziare nel modo migliore possibile la Champions ora”. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

Allegri continua: “Ora ogni errore viene pagato a caro prezzo. Ci saranno dei momenti in cui le cose andranno meglio. Nel primo tempo bisognava essere più lucidi, ma la squadra ha giocato una buona partita. Abbiamo preso la partita in mano dopo aver preso il gol, però abbiamo sbagliato palle semplici. I ragazzi hanno fatto tutto quello che dovevano fare, sono i momenti della stagione”.

LEGGI ANCHE>>> PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-JUVENTUS: Anguissa, che esordio. Kean, che combini?

LEGGI ANCHE>>> E’ nella bufera dopo Napoli-Juventus: “Il più sopravvalutato del campionato”

SZCZESNY: “È un gran portiere e sarà lui il titolare. Stasera ha fatto una buona partita, non è mai stato impegnato. Martedì sarà di nuovo in porta”.

CAMBI: “Bisognava avere un po’ più di palleggio e costruire subito a tre. In panchina avevo due difensori, tre ragazzi. Avevo solo Kean da mettere dentro e Ramsey che si è allenato solamente ieri, infatti è stata una sorpresa poterlo portare. Il programma era che dovesse rientrare prossima settimana, ma poi ho visto che stava abbastanza bene e l’ho portato comunque. Pellegrini erano sei mesi che non giocava, De Sciglio ha giocato tutta la partita e aveva un problema al flessore. Bisogna lavorare per rientrare tra le prime quattro”.

Il mister ha concluso: “Ho passato anche momenti peggiori. Ora conta martedì, poi affrontiamo il Milan. Bisogna cercare di vincere e restare al passo con le altre, che non potranno vincere sempre”.