Gattuso a gamba tesa su Tottenham e Paratici: “Su di me solo falsità”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:11

Gennaro Gattuso torna a parlare in una lunga intervista, il tecnico torna sull’accaduto col Tottenham e con Paratici e si sfoga.

Lunga intervista concessa da Gennaro Gattuso a ‘Il Messaggero’. Il tecnico calabrese, dopo l’addio al Napoli, aveva firmato con la Fiorentina, per poi arrivare a una brusca e clamorosa separazione con Commisso. In seguito, lo stesso Gattuso era stato accostato al Tottenham, ma poi mollato anche dagli ‘Spurs’ a causa delle proteste dei tifosi. Su tali avvenimenti, l’allenatore si è sfogato, non nascondendo tutta la sua delusione per gli eventi.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube!

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, sgarbo Paratici | Addio con lo scambio

Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

Paratici
Fabio Paratici © Getty Images

L’amarezza di Gattuso: “Non ho potuto difendermi. Serie A? Dovevo esserci anch’io”

Evidente la critica al club londinese e a Paratici, che non si è imposto e non lo ha difeso. “E’ una ferita aperta, non riesco a dimenticare – ha spiegato – Non ho avuto la possibilità di difendermi e di spiegare alla gente, mi hanno dipinto come l’uomo che non sono. Non c’è stato niente da fare. E’ una sconfitta che mi fa più male di qualsiasi esonero. Ormai sul web si può diffondere qualsiasi falsità, è facile alimentare cattiverie da Facebook e Twitter. Ma io non ho profili social e non voglio averli”.

Sulla Fiorentina e sulla nuova Serie A: “Acqua passata, ma peccato, in Italia quest’anno c’è il top, dovevo esserci anche io. Futuro? Aspetto di ricominciare, anche se non so quando. Studio e mi aggiorno, vedremo quale chance si presenterà. Sono pronto, se capita, anche per una nazionale, anche se preferisco il lavoro quotidiano”.