Calciomercato Juventus, torna Allegri e resta Pirlo | Il nuovo scenario

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:29
Allegri Juventus Capello Ferguson
Max Allegri © Getty Images

Il calciomercato Juventus è in grande fermento. Agnelli pensa al ritorno di Allegri, ma Pirlo potrebbe non essere esonerato

C’è aria di rivoluzione in casa Juventus. A tutti i livelli. Il decimo scudetto di fila ormai è una chimera, ma il vero problema è un altro: c’è il rischio di non finire tra le prime quattro di Serie A e, quindi, di restare fuori dalla prossima Champions League. Sarebbe un fallimento totale, non senza conseguenze. Come sempre accade, la prima testa a saltare sarebbe quella dell’allenatore: Andrea Pirlo è un debuttante, ma i risultati sono stati troppo al di sotto delle aspettative. A pagare potrebbe essere anche chi ha scelto di affidargli la panchina bianconera: il presidente Andrea Agnelli. In bilico, ovviamente, anche l’uomo mercato Fabio Paratici, che ha il contratto in scadenza a giugno. E poi i top player della rosa, con in testa Cristiano Ronaldo.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, cessione Ronaldo: annuncio ufficiale!



LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, via per 40 milioni: plusvalenza Juventus

Calciomercato Juventus, Damascelli provoca: “Allegri insieme a Pirlo”

Calciomercato Juventus, Allegri affianca Pirlo
Allegri e Pirlo ai tempi del Milan © Getty Images

In caso di esonero di Pirlo, si fa strada l’ipotesi del ritorno di Massimiliano Allegri alla Juve. Sul tema è intervenuto anche il noto giornalista sportivo e tifoso bianconero Tony Damascelli: “Per ora c’è il 10% di possibilità che resti Andrea, mentre a Max do il 50-60% di prendere il suo posto, ma sono percentuali che variano ogni giorno – ha detto ai microfoni di ‘Radio Radio’ – Ma voglio lanciare una provocazione: Pirlo resta in panchina e Allegri lo affianca non nel ruolo di allenatore bensì di direttore tecnico. Si guarda sempre al modello inglese e lì è una cosa normale: basti pensare a Ferguson dopo che ha smesso di essere il tecnico del Manchester United. Certo il rapporto tra i due non è proprio idilliaco sin dai tempi del Milan…”.