Juventus-Inter, Conte punta su Eriksen | Cosa cambia e perché giocherà stasera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:52
Juventus-Inter, Conte si affida a Eriksen | I motivi tattici della scelta
Eriksen © Getty Images

L’Inter affronterà questa sera la Juventus nel ritorno delle semifinali di Coppa Italia. Antonio Conte potrebbe dovrebbe puntare su Christian Eriksen: ecco i possibili risvolti tattici

L’Inter sarà impegnata questa sera nell’importante big match contro la Juventus che definirà il passaggio del turno in Coppa Italia e l’accesso alla finale. I nerazzurri saranno costretti a rimontare il brutto 1-2 subito all’andata per mano di Cristiano Ronaldo e a causa dei tremendi errori individuali in difesa che hanno inciso inevitabilmente sul risultato.

Nel match di questa sera, la Beneamata dovrà fare i conti con l’assenza di Arturo Vidal a centrocampo. Antonio Conte, come vi abbiamo riportato nelle probabili formazioni, dovrebbe tornare a puntare su Christian Eriksen. Il danese non è ancora risalito nelle gerarchie, ma ha dato buone risposte da perno della mediana nerazzurra, soprattutto contro il Benevento. Scopriamo che risvolti potrebbe avere la scelta di Conte da un punto di vista tecnico-tattico.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, scambio più soldi | Hakimi subito via

Juventus-Inter, Eriksen da interno: Brozovic e Barella a proteggerlo

Juventus-Inter, Conte si affida a Eriksen | I motivi tattici della scelta
Eriksen © Getty Images

La scelta del danese avrà precise ricadute anche sotto il profilo tecnico-tattico. In una partita in cui l’Inter dovrà necessariamente attaccare per ribaltare il risultato dell’andata, Eriksen potrebbe garantire quella velocità nello scorrimento del gioco e quelle verticalizzazioni per esterni e punte, in grado di innalzare il numero di occasioni create. Anche di fronte a una Juventus ben chiusa in difesa.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, decisioni Giudice Sportivo | UFFICIALE: due turni di stop!

Da regista, il danese ha il compito dell’impostazione bassa per poi arrivare al tiro, sopraggiungendo da dietro. Invece, da mezzala dovrà stare attento alla fase di pressing, ma allo stesso tempo sarà libero di tentare maggiormente la conclusione estemporanea dalla distanza. Un’arma da utilizzare al massimo anche nei calci piazzati, come avvenuto contro il Milan e ancora in Coppa Italia nella scorsa stagione contro il Napoli.

Juventus-Inter, Conte si affida a Eriksen | I motivi tattici della scelta
Eriksen © Getty Images

Conte, però, non ha alcuna intenzione di sbilanciare la squadra. Al fianco del danese dovrebbero agire due “corridori” come Brozovic e Barella, in grado di coprire ampie fette di campo e recuperare palloni. Da Eriksen non bisogna aspettarsi che sia calato perfettamente nei dettami di Conte, da centrocampista totale in entrambe le fasi, ma quelle fiammate geniali che in una partita come quella di questa sera potrebbero essere decisive.

Vedremo se la mossa studiata dal tecnico si rivelerà decisiva o ci sarà un’altra bocciatura per l’ex Tottenham che fino ad ora da interno di centrocampo raramente ha convinto in nerazzurro.