Juventus-Sassuolo, Pirlo: “Nessun problema attaccante. Milan squadra da battere”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:29
Pirlo vigilia Inter-Juve
Pirlo in conferenza stampa

Le parole di Andrea Pirlo alla vigilia di Juventus-Sassuolo, match di scena all’Allianz Stadium valevole per la diciassettesima giornata di Serie A

La vittoria col Milan, che ha rilanciato le ambizioni Scudetto, è per forza di cose già alle spalle. La Juventus torna in campo domani sera, avversario all”Allianz Stadium’ di Torino il sorprendente Sassuolo di De Zerbi, solo un punto dietro in classifica. Alle 14.30 parlerà in conferenza Andrea Pirlo: diretta testuale qui su Calciomercato.it.

Che gara si aspetta domani: “Mi aspetto una gara difficile. Troviamo una squadra ottima, che gioca insieme da qualche anno. Hanno un bravo allenatore e noi dovremo stare attenti in fase di non possesso: loro hanno una buona capacità a uscire sulla pressione avversaria”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, non solo Rovella | Attaccante dal Genoa

La Juventus è tornata favorita? “La squadra da battere è chi si trova in vetta. Noi vinciamo da nove anni ed è chiaro che c’è pressione su di noi, ma il Milan è la squadra da battere ora. Vincere con loro è stato importante, ma se non vinciamo domani non è servito a niente”.

Chi scenderà in campo al posto di de Ligt? “Demiral ha giocato qualche partita in più e si può considerare più pronto di Chiellini: potrebbe giocare lui domani. Giorgio però è a nostra disposizione e ci darà una mano. Dobbiamo essere bravi a migliorare nella forza mentale. Tante volte quando facciamo gol abbiamo dei minuti di distrazione, con la testa tra le nuvole: lì serve più concentrazione perché serve dare continuità”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, suggestione da Barcellona | La carta de Ligt

Juventus-Sassuolo, Pirlo: “Nessun problema attaccante”

Federico Chiesa (Getty Images)

Le condizioni degli infortunati: “Kulusevski sta bene e contro il Milan è entrato bene, perché le altre volte non è stato così. Gli ho fatto i complimenti e domani deciderò se farlo partire dall’inizio o a partita in corso, dato che non ho molte soluzioni davanti. Chiesa sta bene, siamo riusciti a recuperare dal problema all’anca. Morata invece si è allenato a parte, ma ha fatto poco. Valutiamo domani se può venire in panchina. Arthur sta meglio, ha ripreso la condizione e può giocare con chiunque perché capisce i movimenti e conosce il calcio”.

Alla domanda del nostro inviato sulla condizione di Chiesa e sulla possibilità di vederlo diventare un profilo di richiamo internazionale, Pirlo ha risposto così: “Conoscevo le sue qualità, non sono stupito del suo rendimento. Può migliorare ancora tanto, ha 23 anni e non ha ancora fatto niente. È un prototipo di un grande campione, deve crescere e migliorare. Deve giocare sempre come l’altra sera a San Siro: per Federico deve essere un un punto di partenza”

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, grana per Pirlo | Assalto dalla Spagna

Infine un cenno al calciomercato, soprattutto dopo le tante voci sull’innesto di un attaccante: “Sul mercato non dico niente: non abbiamo un problema attaccante. Valuteremo solo opportunità. Ho quattro difensori più Di Pardo dell’Under 23: di questi dovrò fare delle scelte, anche perché non si può più pescare dalle giovanili dato che siamo in bolla”.