Calciomercato Milan, Gazidis: “Faremo acquisti mirati. Rinnovi? I colloqui proseguono”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00
gazidis milan serie a
Gazidis (Getty Images)

Milan, Gazidis a tutto tondo su mercato. Ci saranno acquisti mirati, proseguono i colloqui per i rinnovi di Donnarumma e Calhanoglu

“Mercato? Faremo acquisti mirati. Non compreremo qualcuno tanto per farlo. Occorre pescare le persone giuste e in questo senso Maldini è intelligente e sa mantenere gli equilibri. In squadra c’è un equilibrio magico, che va preservato”. Così Ivan Gazidis a ‘La Gazzetta dello Sport’. Il Ceo del Milan ha parlato, oltre che di possibili colpi in entrata, anche delle questioni legate ai rinnovi.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

Tra gli argomenti trattati anche i rinnovi contrattuali di Donnarumma e Calhanoglu. Il portiere è desideroso di restare in rossonero, mentre per quanto riguarda il turco le parti sembrano essersi decisamente riavvicinate. “Le discussioni procedono. Non ci sono dubbi sulla professionalità dei giocatori e questo è importante. Percepisco un ambiente positivo, che ha nella sua forza e nel suo segreto lo spirito di gruppo, la collettività. Ognuno lotta per l’altro e quando c’è un errore, c’è grande supporto” ha affermato Gazidis.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, addio ai rossoneri: Pioli ha scelto

Calciomercato Milan, da Ibra a Pioli: parla Gazidis

Il dirigente rossonero ha parlato anche del contratto di Zlatan Ibrahimovic: “Ancora non abbiamo discusso del rinnovo. La decisione non sarà solo del club, ma anche sua. Zlatan è una persona speciale, che ha straordinarie motivazioni e grande intelligenza. Lui fa migliorare il  gruppo, ti sfida a dare di più e trovare un 5% di motivazioni in più fa grande differenza a questi livelli. Anche la squadra ha dato qualcosa a lui”.

Milan-Lazio Pioli
Stefano Pioli (Getty Images)

Infine la rivelazione su Pioli: “Lui è un uomo di una straordinaria profondità, arrivato in un momento complicato. Mi ha impressionato come fa sembrare tutto molto semplice. Non ha dato peso a ciò che gli stava intorno, è stato molto bravo. Quando abbiamo capito che avevamo la soluzione in casa e lui poteva concretizzare la nostra visione, ci è sembrata la cosa più normale andare avanti con lui. Apprezzo molto il suo modo di lavorare e nei momenti difficili abbiamo sempre visto una luce. Né io, né Maldini, né Massara abbiamo pensato che tutto fosse finito”.