Caso Suarez, ESCLUSIVO: possibile responsabilità oggettiva per la Juve

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:50
responsabilità oggettiva juve agnelli
Pirlo e Agnelli (Getty Images)

In Procura Figc è emersa la possibilità della responsabilità oggettiva della Juve: si attendono le carte del caso Suarez

L’eco della sentenza arrivata nelle scorse ore da parte del Collegio di Garanzia dello Sport presso il Coni non si è, ovviamente, ancora spento che c’è un nuovo fronte che si potrebbe riaprire.

Nella giornata di ieri, come appreso in esclusiva da Calciomercato.it, si è svolto un direttivo della Procura Federale della Figc che ha preso in esame due casi, tra gli altri. Il primo è quello legato a Gianluigi Buffon. La possibile bestemmia pronunciata dal portiere bianconero nel corso del match contro il Parma non era rilevabile in un primo momento anche a causa di una sovrapposizione di voci. Nuovi filmati potrebbero portare alla definizione di un procedimento già aperto.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, l’ex Juventus a zero | Pronto il ritorno in Italia

responsabilità oggettiva Juve Suarez
Luis Suarez (Getty Images)

Juve, caso Suarez: l’ipotesi degli ispettori della Federcalcio

Così come è aperto, ma sospeso l’iter che deve giudicare il comportamento della Juventus nel caso Suarez. Gli ispettori della Figc attendono, continuando a monitorare la situazione, le carte dalla Procura di Perugia guidata da Raffaele Cantone.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, Mendes e CR7 lo portano da Pirlo | Barça spiazzato

Filtra la possibilità che per la Juventus, anche alla luce delle parole dello stesso Suarez, ci possa essere coinvolgimento per responsabilità oggettiva. Al momento, si tratta di un possibile percorso che, nel caso più estremo, potrebbe condurre addirittura ad una penalizzazione in classifica.

Niente di certo, giova ribadirlo: tutto dipenderà da quanto avrà appurato la Procura umbra. Quando i fascicoli saranno sul tavolo di un altro Procuratore, Giuseppe Chiné, a capo degli uomini che indagano in Federcalcio, allora anche questa ipotesi verrà messa al vaglio nell’ambito di un processo sportivo che, per il momento, resta sospeso.