Napoli, Gattuso: “Maradona non morirà mai, è più importante di San Gennaro”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:43
Gennaro Gattuso (@Getty Images)

L’allenatore del Napoli Gattuso ha parlato dopo la vittoria contro il Rijeka per 2-0. Inevitabile soffermarsi anche sull’addio di Maradona

Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine della partita contro il Rijeka. Il tecnico partenopeo si è soffermato anche sul decesso di Diego Armando Maradona. Di seguito, le parole ai microfoni di ‘Sky Sport’: “Maradona è morto, ma non morirà mai. Ho avuto la fortuna di incontrarlo, conoscerlo e cenare due volte con lui. Per ciò che ha fatto resterà sempre vivo. Dispiace molto, già ieri quando siamo andati in hotel in città si respirava un’aria diversa. E’ una leggenda, di un altro pianeta. Gli avrei voluto dare qualche scarpata da giocatore (ride, ndr). Maradona non morirà mai”.

Sulla vittoria col Rijeka – “Anche se si gioca contro una squadra dilettante si fa fatica, le gare sono tutte difficili. Abbiamo fatto meglio del primo confronto col Rijeka, dove sbagliammo tanto. Anche oggi abbiamo sbagliato, ci siamo intestarditi a palleggiare e cercare l’imbucata, ma abbiamo fatto meglio di tre settimane fa“.

Su Ghoulam – “Stava solo a me dargli una possibilità dal 1′. Sta bene fisicamente e oggi ha fatto una buona prestazione“.

Sul confronto nello spogliatoio coi giocatori – “C’è stato un confronto, non un litigio. Ho fatto presente delle cose che non mi piacevano, come per esempio fare i professorini e dire una parola di troppo al compagno. Le gare si possono perdere ma dev’esserci mentalità. Ai ragazzi rompo le scatole. Abbiamo comunque vinto 8 partite, perdendone solo 3“.

Ancora su Maradona – “Non ha vinto solo due scudetti e la Coppa Uefa, è stato qualcosa in più. Ha riscattato un popolo, ai tempi vincevano solo Milano e Torino. Tanti si chiamano Diego in onore suo. Maradona è più importante di San Gennaro“.

Sul rapporto con Napoli – “Mi sembra di vivere in Brasile, a Rio de Janeiro. Ora c’è il Covid, ma qui c’è sempre odore di cibo, temperatura incredibile. Io abito da tanti anni al Nord, ma sono terrone dentro, mi sento a mio agio qui“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

CMIT TV – Monchi ricorda Maradona: “Perdita irreparabile, ecco cosa ho in mente”

Europa League, il Napoli vince per Maradona | Roma qualificata