Calciomercato Napoli, Allegri in panchina | Il retroscena di De Laurentiis

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:21
Calciomercato Napoli De Laurentiis Gattuso tutino
Aurelio De Laurentiis © Getty Images

Aurelio De Laurentiis fa il punto sul calciomercato Napoli e svela un retroscena su Ancelotti, Allegri e Gattuso

Raggiante per la vittoria del suo quarto trofeo da presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis ha fatto il punto sul calciomercato del suo club. Interessanti i retroscena sulla scelta di Gattuso come nuovo allenatore: “Ho l’abitudine di fare valutazioni ampie e volevo sentire sia Allegri che Gattuso – spiega al ‘Corriere dello Sport’ – Chiamai prima Allegri, con cui ho un rapporto diretto e di stima da anni e quando gli telefonai fu onesto e mi disse: Aurelio, sto fermo, ne ho bisogno, non c’è preclusione assoluta, perché avete realizzato un progetto straordinario. E poi noi due ci vogliamo bene. Ma ho deciso di starmene un po’ tranquillo. Chiamai Rino, come da copione, e venne a Roma: e adesso eccoci qua”. Clicca qui per ulteriori aggiornamenti.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, De Paola a CM.IT: “Sarri da 4, doveva restare Allegri!”

Calciomercato Napoli, retroscena De Laurentiis su Gattuso

Napoli- Gattuso Callejon
Gennaro Gattuso © Getty Images

De Laurentiis ha proseguito la sua analisi: “Mi assumo sempre le mie responsabilità, ci metto la faccia, l’ho fatto anche quando ho dovuto separarmi da Ancelotti: in tanti pensavano stessi sbagliando, Carlo stesso me lo disse, però evidentemente era necessario quell’intervento”. Il presidente ha parlato dei prossimi obiettivi: “Quarto posto? La distanza è notevole ma il Napoli che ha vinto la Coppa Italia ha battuto nell’ordine Lazio, Inter e Juventus. Ci proviamo, anche perché il quarto posto cambierebbe pure gli scenari futuri. Non sappiamo quale sarà il contesto economico nel quale andranno inserite eventuali cessioni. Champions? Non ci tolga i sogni, sono il motore della vita. Possiamo andarcela a giocare a Barcellona”.

GATTUSO – “Ci siamo già incontrati prima della gara, abbiamo chiacchierato come al solito, non avremo problemi a far convergere le nostre idee. Ci siamo presi subito, ha avuto un effetto immediato su questa squadra che per me è fortissima. L’anti-Juventus siamo stati noi in questi anni, per quel che abbiamo vinto e per quello che abbiamo rischiato di vincere”.

I RINNOVI – “Zielinski e Maksimovic? Voi giornalisti avete sempre tanta fretta. Neanche il tempo di ufficializzare quello di Mertens e già siete lì a pressare. Fatemi godere questo successo”.

IL DISCORSO – “Ho solo ribadito che manterrò una promessa: pagare lo stipendio di marzo che, come si sa, è ancora bloccato da norme vincolanti e da accordi generali da trovare. E poi penserò a qualcosa di simbolico, che resti come ricordo”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Calciomercato Juventus, Milik come Ronaldo | Pronta la beffa al Napoli

Calciomercato Napoli, Callejon dalle lacrime alla scelta – Ultime CM.IT