Barcellona, l’assurdo addio di Valverde e la restaurazione di Setien

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:25

I catalani ripartono da un ‘cruyffista’ convinto

BARCELLONA VALVERDE SETIEN / L’addio di Valverde al Barcellona è già entrato negli annali come una delle peggiori gestioni tecniche e comunicative nella storia del club catalano. Basta una rapida rassegna stampa per rendersi conto di quanto le scelte della dirigenza blaugrana degli ultimi due giorni abbiano causato critiche feroci, sia per i tempi che per i modi. Esonerare un tecnico, nella Ciudad Condal, era diventato quasi un sacrilegio. Non accadeva da 17 anni e in pochi, in Catalogna, ritenevano che fosse necessario farlo ora.

LEGGI ANCHE >>> Barcellona, UFFICIALE: esonerato Valverde | Ecco il nuovo allenatore!

Calciomercato Barcellona, Valverde e le polemiche per l'addio

Valverde lascia il Barcellona da campione d’inverno e con due scudetti, una Coppa del Re e una Supercoppa in più nelle vetrine dell’FCB Museu. Il Txingurri paga, forse oltremodo, le umilianti eliminazioni in Champions League contro Roma e Liverpool, ferite mai sanate, la sconfitta in finale di Coppa del Re col Valencia e l’eliminazione nella nuova Supercoppa di qualche giorno fa. In Spagna, questa mattina, hanno fatto notare che nel freddo comunicato d’addio del club il ricordo delle delusioni ha avuto più spazio di quello dedicato ai titoli. Un’ultima mancanza di rispetto, così l’hanno definita, dopo la catena di eventi che ha portato all’addio. Mentre il Barça negoziava con i vari Xavi, Koeman, Pochettino e, infine, Setien, a Valverde non era stato ancora comunicato nulla. Solo ieri, dopo aver sostenuto l’ultimo allenamento, la dirigenza gli ha comunicato la volontà di separarsi.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Barcellona, il casting va avanti: contatti con Pochettino. Ultime CM.IT

Calciomercato Barcellona, i motivi della scelta Setien

L’unico lato positivo della faccenda, per ora, è il nome del suo sostituto. Quique Setien si è guadagnato l’occasione della vita con una gavetta ventennale e con una filosofia di calcio apprezzata ovunque e assolutamente compatibile con quella che a Barcellona ha incantato il mondo. È un personaggio che piace praticamente a tutti.

L’ex Betis è un irriducibile ‘cruyffista’, ha sempre elogiato lo stile dei catalani e ha incensato Messi ogni volta che ha potuto. Valverde veniva criticato per la perdita di identità calcistica e per una fragilità difensiva ratificata dai numeri (23 gol subiti nelle prime 19 giornate di Liga: quasi il doppio di Real e Atletico, che ne hanno incassate 12). Con Setien, il Barcellona prova a tornare all’antico, ripristinando i principi di gioco che l’hanno reso inarrestabile.

Chi vive l’ambiente blaugrana, però, crede che il tecnico non avrà un cammino semplice e racconta enormi problemi di spogliatoio, oltre a un ricambio generazionale che fatica ad imporsi. Certo, se nonostante queste difficoltà sono arrivati due scudetti consecutivi, forse il lavoro di Valverde non era da buttar via. Ancor meno in questo modo.   

Tutte le news di calciomercato e non solo: CLICCA QUI!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Calciomercato, tegola Suarez: da Lautaro Martinez a Neymar, ecco il colpo del Barcellona!

Calciomercato Milan, niente Todibo: confermata anticipazione CM.IT, va allo Schalke