Il club cambia tutto: arriva il concordato con la cessione

Il club sta vivendo settimane caldissime. Si decide il futuro della società: concordato e cessione 

Siamo ormai entrati nella fase decisiva per il futuro della Fermana, che sta vivendo un momento molto delicato della propria storia recente. Il club nei giorni scorsi ha risposto con una nota ufficiale alla penalizzazione di due punti in classifica comminata dalla Corte Federale d’appello e da scontare nel prossimo campionato.

Fermana, si lavora alla cessione: prima bisogna pagare 700mila euro di debiti 
Palloni (LaPresse) – Calciomercato.it

La comunicazione del club, tramite le parole dell’avvocato Cozzone, è stata forte e decisa. Il futuro della società gialloblù è però ancora tutto da decifrare anche da altri punti di vista. A fare il punto della situazione ci ha pensato ‘Il Resto del Carlino’ che evidenzia come siamo entrati nella settimana potenzialmente decisiva per stabilire il futuro del club.

Prima di tutto bisognerà pagare i 700mila euro utili a saldare il concordato fiscale raggiunto da qualche tempo in maniera ufficiosa con l’Agenzia delle Entrate e l’Inps.

Fermana, si lavora alla cessione: prima bisogna pagare 700mila euro di debiti

Con tale pagamento, che potrebbe avvenire entro fine settimana, la Fermana si metterebbe alle spalle i debiti con i maggiori creditori, dando così slancio per pensare al prossimo futuro in maniera più ottimistica dopo le recenti difficoltà.

Fermana, si lavora alla cessione: prima bisogna pagare 700mila euro di debiti 
FIGC © LaPresse – Calciomercato.it

Una volta messa in archivio questa situazione, con annesse comunicazioni ufficiali, l’attenzione si sposterà sul passaggio di consegne dalla famiglia Simoni a nuovi acquirenti. A tal proposito non sono già mancati alcuni colloqui, fermo restando che serve comunque prudenza per gestire tale situazione. La società si prepara quindi a cambiare completamente volto e gestione, ripartendo da zero tra concordato e cessione.

Restando nelle leghe minori del calcio italiano, in Serie C, il Milan si appresta a divenire la terza società di A iscritta con una propria Under 23. I rossoneri infatti dovrebbero prendere, da ripescati, il posto dell’Ancona che ha visto rigettata la propria domanda. I marchigiani hanno un paio di giorni di tempo per fare ricorso che comunque non avrebbe grandi margini per essere accolto vista la mancanza evidente.

Impostazioni privacy