Casini rivoluziona la Serie A: “Calciatore sostituito può rientrare”

Lorenzo Casini propone un cambio di regole nelle prossime stagioni di Serie A. L’idea è quella di far rientrare in campo dei calciatori già sostituiti

Il futuro del calcio italiano e non solo potrebbe passare dalle idee del presidente della Lega Serie A Lorenzo Casini. L’obbiettivo è quello di far rientrare in campo i calciatori già sostituiti che hanno potuto riposarsi in panchina.

Casini propone delle nuove regole
Lorenzo Casini (LaPresse)- Calciomercato.it

Durante il convegno “Campi aperti tra mercati e diritti” tenutosi al Casa Corriere Festival di Napoli, Lorenzo Casini ha proposto delle nuove regole per il nostro calcio. Il presidente della Lega Serie A ha detto: “Oggi, dopo la pandemia, sono normali le cinque sostituzioni. Ora pensiamo anche ad altre svolte come il poter far uscire un giocatore e tenerlo un po’ in panchina per poi farlo rientrare”.

Secondo Casini, questa nuova regola potrebbe aiutare i club più piccoli: “I cinque cambi favoriscono le squadre con la panchina lunga. Non viene, però, chiusa la questione di permettere ad un giocatore di riposarsi e poi poter rientrare”. Il presidente della Serie A ha poi portato un esempio che ha sfavorito la Roma durante la scorsa stagione: “Pensiamo ad esempio a Dybala durante la finale di Europa League. Ad un certo punto è uscito, ma magari nei supplementari poteva rientrare in campo”.

Lorenzo Casini, poi, ha voluto parlare dell’impegno della Lega Serie A su altri fronti: “Stiamo lavorando su un documento di riforme che poggia su risorse, infrastrutture e cultura. Bisogna fare interventi per abbattere i costi, ma c’è anche il tema di dover reperire nuove risorse. La Serie A non riceve nulla dalla fase di scommesse e su questo c’è un margine d’intervento molto ampio”.

Casini denuncia: “In Italia c’è un forte problema di stadi e impianti per i giovani del calcio”

L’intervento di Lorenzo Casini al convegno “Campi aperti tra mercati e diritti” non si è limitato al regolamento del calcio. Il presidente della Lega Serie A ha voluto parlare anche della situazione stadi, in cui l’Italia si trova molto indietro rispetto all’Europa.

Casini parla degli stadi in Italia
Lorenzo Casini (LaPresse)- Calciomercato.it

Lorenzo Casini ha commentato poi la situazione delle infrastrutture calcistiche in Italia: “C’è un forte problema di stadi e impianti per i giovani del calcio. Siamo in grave ritardo, per motivi economici ma anche culturali”. Il presidente della Lega Serie A ha voluto poi elogiare uno degli impianti più all’avanguardia del nostro paese: “Abbiamo avuto risultati a Firenze, con un centro ai massimi livelli europei, ma la maggior parte dei club hanno limitazioni esagerate”.

Casini ha voluto poi espandere la questione anche al di fuori della semplice partita di calcio: “Lo stadio non è il solo luogo dove andare a vedere la partita la domenica. Esso deve essere anche offerta di servizi sportivi per il quartiere, da usare durante la settimana. E oggi si potrebbe anche produrre energia, potrebbe essere un Hub tecnologico. Lo si vede in Europa ma non accade in Italia”.

Impostazioni privacy