Allegri non ci sente sullo scudetto: “Obiettivo chiaro. Il rigore di Vlahovic non conta”

La Juventus in pieno recupero riesce ad avere la meglio sul Monza: le dichiarazioni in conferenza stampa di Massimiliano Allegri

La Juventus col brivido in Brianza. Al 94′ Gatti riporta i bianconeri avanti, dopo il mancino beffardo di Valentin Carboni che aveva fatto esplodere l’U-Power Stadium.

Monza-Juventus, conferenza Allegri
Allegri in conferenza – Calciomercato.it

Massimiliano Allegri tira un sospiro di sollievo al triplice fischio, nonostante minuti concitati in panchina nel finale di gara. Il tecnico ospite è andato su tutte le furie per l’1-1 concesso al Monza, confrontandosi animatamente con il suo vice Landucci prima di togliersi il berretto e gettarlo a terra. In conferenza stampa Allegri ritrova la calma e allontana nuovamente la parola scudetto, malgrado il sorpasso momentaneo in vetta sull’Inter: “Se si può sdoganare? Assolutamente no, ci sono squadre più attrezzate di noi. Queste sono prestazioni e vittorie che devono consentirci di arrivare tra le prime quattro. Abbiamo un obiettivo chiaro ed è la Champions. È sempre difficile vincere queste partite, il Monza è una bella squadra e alla fine stavamo rischiando di buttare due punti”, spiega Allegri in conferenza stampa.

Tutta un’altra Juve rispetto alla scorsa stagione, crollata proprio a Monza in uno dei periodi più bui della storia recente del club bianconero: “Non ho fatto niente di straordinario. Stiamo lavorando con la società e in estate abbiamo fatto delle valutazioni anche sui giocatori in uscita. Adesso siamo più squadra, bisogna però continuare così e non abbassare la guardia. Da qui alla fine del girone d’andata ci aspettano delle gare difficili. Le parole di Gatti? Senza fatica non si ottengono risultati, i ragazzi lo hanno capito e sotto questo aspetto stanno dimostrando grande maturità. Dobbiamo mantenere questo spirito e atteggiamento in ogni partita”.

Iling ancora fuori, Allegri in conferenza dopo Monza-Juventus: “Devo fare delle scelte”

La nota dolente della serata è Dusan Vlahovic, nervoso e fuori partita dopo il rigore sbagliato: “Ha fatto una buona gara. Poi il rigore non è contato niente perché subito dopo ha segnato Rabiot – ha sottolineato Allegri alla domanda dell’inviato di Calciomercato.it – L’aspetto positivo è aver segnato due reti al Monza, che nelle ultime gare aveva subito al massimo un solo gol a partita. Una volta sbloccato il risultato dovevamo difendere un pochino meglio”.

Juventus, lo spogliatoio fa fuori Allegri
Massimiliano Allegri (LaPresse) – calciomercato.it

Allegri infine si sofferma su Iling-Junior, finito un po’ nel dimenticatoio: “Lasciare fuori dei giocatori è sempre difficile, ma devo fare delle scelte per il bene della squadra e per raggiungere quelli che sono i nostri obiettivi. Quest’anno giochiamo una partita a settimana e per forza di cose c’è meno spazio. Ho tanti giocatori giovani e tutti saranno importanti quando verranno chiamati in causa. Ad esempio stasera Nicolussi ha fatto molto bene, meglio rispetto alla partita con l’Inter”.

Impostazioni privacy