Dal Real all’Arabia, Mou rincara la dose: “Penso che un giorno ci andrò”

Le parole di José Mourinho nel corso del secondo estratto dell’intervista andata in onda su Rai 2. Tanti i temi affrontati dallo Special One

Come sempre, mai banale. José Mourinho continua a calamitare l’attenzione mediatica in modo ineluttabile. Sia dentro che fuori dal rettangolo di gioco. E così, l’intervista rilasciata alla Rai non è passato di certo sotto silenzio.

Dal Real all'Arabia, Mou rincara la dose: "Penso che un giorno ci andrò"
Mourinho (LaPresse) – Calciomercato.it

Del resto uno dei temi che nelle ultime settimane circola con maggiore insistenza nella Capitale riguarda proprio il futuro dello ‘Special One’, tema non a caso toccato dal tecnico lusitano. Sull’argomento si è dilungato l’allenatore della Roma anche nell’ultimo estratto andato in onda sui canali Rai. Legato ai giallorossi da un contratto in scadenza nel 2024, l’allenatore portoghese non ha dissipato i dubbi sul suo futuro. In realtà la sensazione è che i Friedkin non abbiano affatto ancora una mossa concreta sotto questo punto di vista. Il rebus è ancora tutto da sciogliere, anche se dopo aver rifiutato una faraonica proposta araba, Mourinho non ha ricevuto altre offerte concrete nelle ultime settimane. Tuttavia, proprio sulla possibilità di un approdo in Arabia Mourinho è ritornato a chiosare, esternando il suo punto di vista sulla questione.

Mourinho allo scoperto: “Io al Real? Solo un pazzo andrebbe via da lì quando le Merengues ti vogliono”

Sulle velleità di un approdo in Arabia, Mourinho ha confermato quanto riferito alcune settimane fa: “Futuro in Arabia? Dico la verità, penso che un giorno ci andrò. Ma quando dico un giorno, non mi riferisco a domani o a dopodomani”.

Dal Real all'Arabia, Mou rincara la dose: "Penso che un giorno ci andrò"
Mourinho (LaPresse) – Calciomercato.it

In realtà negli ultimi mesi si sono rincorsi anche dei rumours che vorrebbero Mourinho sulla panchina del Real Madrid. La chiosa dello Special One non lascia spazio a repliche: “Quando hai un super allenatore come Ancelotti, perché dovresti pensare ad un altro? (…). Solo un pazzo andrebbe via dal Real Madrid quando le Merengues lo vogliono. E quel pazzo sono io. Sono sicuro che al primo segnale di Florentino, Carlo rimarrà perché lui è perfetto per il Real e il Real è perfetto per lui”.

Da non trascurare neanche il commento di Mou sul suo rapporto con la città e con l’ambiente: “Amo questa gente e per questo motivo non ho nessun tipo di problema a dire che la Roma è molto speciale per me, nella mia carriera. Roma troppo criticata? Sì, è troppo criticata e anche troppo protetta. Ha un profilo a livello interno che apre la porta a questo tipo di situazioni, ma la Roma è troppo criticata così come Mourinho”.

Impostazioni privacy