Che fine ha fatto Hansi Flick? Dal flop con la Germania alla nuova vita

Hansi Flick è stato per alcuni anni Ct della Germania, ma oggi fa parte dei mister svincolati. Incarico a breve?

Hansi Flick
Hansi Flick (LaPresse) – calciomercato.it

Hans-Dieter Flick, soprannominato Hansi, ha avuto un periodo d’oro nella stagione 2019/2020 quando, alla guida del Bayern Monaco, vinse praticamente tutto ciò che era possibile vincere, aumentando in modo considerevole la sua popolarità fino a raggiungere la panchina della nazionale tedesca.

All’epoca infatti con i bavaresi vinse tutti i maggiori trofei nazionali ed internazionali. In particolare spiccò il successo in Champions League e nella Coppa del mondo per club. Il percorso stellare che completò gli permise di vincere anche il titolo di allenatore dell’anno UEFA e di ricevere il premio di miglior mister ai Globe Soccer Awards.

In seguito lo cercò non inaspettatamente la Federcalcio tedesca, che lo mise sotto contratto nel 2021. Oggi la sua esperienza alla guida della selezione teutonica è però terminata, e non senza qualche rammarico.

Chi ne ha seguito le gesta nelle stagioni al Bayern però potrebbe domandarsi se, nei tempi odierni, ha ricevuto un nuovo incarico o se lo cerca o lo ha cercato qualche club o nazionale. L’allenatore svincolato Hansi Flick potrebbe rimettersi presto alla guida di una squadra? La scheda che segue, lo chiarirà cogliendo anche l’occasione per sintetizzare com’è andata la sua avventura sulla panchina della Germania. I dettagli.

Hansi Flick, l’ultima esperienza di Ct della nazionale tedesca

AL termine di una più che discreta carriera di calciatore professionista, che lo ha visto militare in club tedeschi di prestigio quali il Colonia e il Bayern Monaco tra anni ’80 e ’90 del secolo scorso, Flick appese le scarpette al chiodo nel 2000, quando scelse – anche lui come tanti altri giocatori appena ritirati – di guidare una squadra dalla panchina.

Flick allena da quasi vent’anni e, dopo le esperienze all’Hoffenheim, al Salisburgo (come vice di Trapattoni) e al Bayern Monaco, per lui – dicevamo – si aprirono le porte della panchina della nazionale maggiore. In verità non era la prima volta per lui in questi ambienti, dato che tra il 2006 e il 2014 fece già parte dello staff tecnico della Mannschaft all’epoca guidata da Joachim Loew. Nel corso di quest’esperienza vinse il mondiale di calcio nel 2014 in Brasile.

Proprio a Loew subentrò il 25 maggio 2021 in veste di commissario tecnico della nazionale tedesca. A questo importante ruolo fu assegnato dalla Federcalcio del suo paese per cercare di riottenere quel primato internazionale tante volte agguantato in passato da parte della selezione teutonica, ma ultimamente sfuggito più volte. In verità l’inizio sulla panchina della nazionale della Germania fu più che positivo per Hansi Flick: sette vittorie nelle prime sette partite da Ct gli permisero di qualificarsi agevolmente al campionato del mondo 2022 in Qatar.

Arrivarono però anche alcune cocenti delusioni nella UEFA Nations League edizione 2022-2023 e, soprattutto, giunse l’eliminazione prematura nella fase ai gironi del mondiale arabo, in cui la Germania uscì addirittura ai gironi – bissando di fatto il cammino fallimentare della spedizione precedente in Russia nel 2018.

Pur confermato in panchina fino agli Europei del 2024, per Hansi Flick in seguito le cose non andarono meglio. Quasi paradossalmente sono state le amichevoli a non giovare al mister: la Germania sotto la sua gestione ne ha perse ben 4 su 9, evidenziando un certo calo di concentrazione che non ha permesso a Flick di continuare a ricevere la garanzia del posto da parte della Federcalcio tedesca. Fatale fu in particolare il k.o. in amichevole contro il Giappone, partita peraltro giocata in casa: un 1-4 nel settembre 2023 che di fatto ne determinò l’esonero, a fronte di risultati già da tempo al di sotto delle aspettative.

I numeri riassumono la sua gestione: 3 sconfitte consecutive nelle ultime 4 gare e sole 4 vittorie nelle ultime diciassette partite della nazionale tedesca costituivano un bottino troppo magro per le ambizioni di una Federazione con una bacheca ricchissima di trofei e riconoscimenti. Una curiosità che riguarda, in negativo, l’ex Ct Hansi Flick è che il suo addio alla nazionale è stato il primo per esonero, da quando la carica è stata istituita in Germania nel 1926. La panchina è poi andata a Julian Nagelsmann.

Flick in un'immagine della sua ultima apparizione sulla panchina della nazionale tedesca, nella serata del match tra la Germania e il Giappone
Flick in un’immagine della sua ultima apparizione sulla panchina della nazionale tedesca, nella serata del match tra la Germania e il Giappone (LaPresse) – calciomercato.it

Oggi cosa fa Hansi Flick?

Dopo l’avventura non lunghissima con la nazionale tedesca, che non gli ha portato fortuna e che sicuramente non è stata all’altezza del brillante cammino con il Bayern Monaco, Hansi Flick è oggi parte della lista degli allenatori svincolati. Sicuramente uno svincolato di lusso, considerando i titoli e i premi che è riuscito a mettere in bacheca alla guida di club.

Ebbene, c’è una sola panchina a cui finora Hansi Flick è stato avvicinato, ed è quella dell’Al-Hilal, club saudita al cui timone troviamo oggi l’allenatore Jorge Jesus. Il portoghese avrebbe però avuto diversi contrasti con la stella Neymar, comprata dal club per 90 milioni di euro.

Per un eventuale ingaggio saranno decisive le prossime partite della squadra nel campionato locale ed in caso di nuova debacle la società saudita potrebbe concretamente avviare i contatti per la firma del nuovo contratto e per stabilirne la durata. Al momento non sono giunte smentite a queste indiscrezioni da parte dello stesso Hansi Flick, e ciò potrebbe essere un segnale di un suo prossimo impegno in terra araba. In ogni caso l’allenatore originario di Heidelberg e classe 1965 continua ad avere le carte in regola per riprovare a vincere in una nuova esperienza in panchina.

Impostazioni privacy