Napoli, Garcia pensa già alla Champions e blinda una riserva: “Ci serve”

Il Napoli batte il Frosinone, ma Garcia è proiettato alla Champions: blindato un calciatore azzurro, quest’estate vicino alla cessione. 

Vince e convince il Napoli di Rudi Garcia, alla prima apparizione ufficiale dopo il doppio raduno estivo tormentato dagli infortuni. La reazione della squadra azzurra al gol su rigore del Frosinone fa ben sperare il tecnico francese, contento dell’atteggiamento dei suoi: “Ho visto una squadra affamata – ha ammesso in sala stampa a seguito della vittoria- Per giocare qui bisogna essere al pari di motivazioni con l’avversario”.

Rudi Garcia blinda Zanoli
Rudi Garcia, allenatore del Napoli (LaPresse) – Calciomercato.it

Proprio la fame agonistica di cui parla Garcia ha contraddistinto il Napoli di Spalletti, capace di conquistare lo Scudetto dopo 33 anni, facendo il vuoto tra la seconda e tutte le altre. E i giocatori devono mantenere questa caratteristica per bissare il successo della stagione 2022-23. Non sarà affatto facile e servirà un gruppo coeso, pronto a dare tutto. Specialmente per le riserve, chiamate ad interpretare ruoli delicati quando dovranno sostituire i titolarissimi.

L’allenatore azzurro sottolinea un aspetto importante che in vista degli ultimi giorni di mercato può essere letto come preavviso alla dirigenza partenopea. Nel Napoli nessuno è incedibile. Neanche Osimhen. Ma è necessario avere dei ricambi di valore: ecco perché Garcia ha blindato una delle sue riserve.

Zanoli non si muove da Napoli: parola di Garcia

Sta per cominciare il periodo più frenetico del calciomercato. Le concitate fasi finali della chiusura della finestra estiva promettono sempre grossi colpi di scena. Garcia però ricorda a media, tifosi e società, già ben consapevole del valore della rosa, che la squadra tra qualche settimana aumenterà i ritmi e diminuirà i giorni di riposo. Ergo, non si possono disputare tutte le partite.

Alessandro Zanoli difensore Napoli
Alessandro Zanoli, riserva di Di Lorenzo (LaPresse) – Calciomercato.it

Sappiamo quanto è forte Di Lorenzo, è importante per noi ma non è che tutti possono giocare 55 partite – ricorda l’allenatore del Napoli in sala stampa dopo la vittoria contro il Frosinone – Ho bisogno di tutti, anche di Zanoli. Per adesso giocheremo dopo otto giorni e abbiamo tempo per recuperare energie, ma poi inizierà la maratona tra Nazionali e Champions League”. Insomma, il terzino proveniente dalla primavera del Napoli non si tocca. Zanoli ha disputato tutta la preparazione estiva con la squadra, dopo la scorsa metà stagione trascorsa alla Sampdoria in cui ha mostrato di poter restare nella massima categoria. Non sono mancate le voci di mercato su una sua possibile cessione. Sembrava ad un passo dal Genoa, con il conseguente arrivo di Faraoni dal Verona. Trattativa mai entrata nel vivo.

Spalletti contava molto su Alessandro per il ruolo di vice Di Lorenzo. E anche Garcia sembra avere le stesse sensazioni sul classe 2000. D’altronde, serve il giusto ricambio per far rifiatare il capitano, reduce da ultime 4 stagioni fuori dal normale.

Le ultime stagioni da record di Giovanni Di Lorenzo

Da quando ha firmato per il Napoli, il capitano azzurro ha aumentato notevolmente il numero di partite stagionali. Con gli azzurri ha conquistato anche un ruolo importante in Nazionale, ormai titolare inamovibile nella linea a quattro. Mancini lo ha premiato e Spalletti lo confermerà in vista dei prossimi Europei in Germania. Qualificazione permettendo.

Giovanni Di Lorenzo
Giovanni Di Lorenzo, capitano del Napoli (LaPresse) – Calciomercato.it

Nella passata stagione, Di Lorenzo è sceso in campo 54 volte tra Napoli e Nazionale. La stagione da record è quella 2020-21, caratterizzata dalle notti magiche europee con l’Italia. 60 partite (49 con il club, 11 con la Selezione).

Insomma, Di Lorenzo non si risparmia mai. Duecentododici presenze negli ultimi 4 anni e pochissime, rarissime, partite da dimenticare. Anche contro i ciociari alla prima da campione d’Italia Giovanni ha mostrato sicurezza, solidità in fase difensiva e una grande capacità di lettura del gioco e dei movimenti in fase d’attacco. Prima gara ufficiale bagnata da due assist. Ma per avere questo tipo di prestazioni, Di Lorenzo avrà bisogno di rifiatare. Soprattutto se il Napoli ha intenzione di migliorare il piazzamento in Champions dell’anno passato. Zanoli scalpita. Tra poco comincerà anche il suo turno. E le voci sul suo futuro lontano dall’azzurro Napoli iniziano ad affievolirsi.

Impostazioni privacy