Rinchiusi dentro lo stadio fino all’1 di notte: follia dopo Brescia-Cosenza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:34

Brutta pagina per il calcio italiano al ‘Rigamonti’ dopo il playout di Serie B tra Brescia e Cosenza: squadre e tifosi ospiti ostaggio della curva locale

Scene di ordinaria follia a Brescia per il match di ritorno dei playout di Serie B contro il Cosenza. Partita interrotta al 95′ dopo la rete dell’1-1 degli ospiti con Meroni per fitto lancio di fumogeni e invasione di campo da parte dei sostenitori locali.

Brescia-Cosenza, caos e guerriglia allo stadio
Guerriglia a Brescia (LaPresse) – Calciomercato.it

Attimi di tensione sul terreno di gioco e fuori, sfociati in guerriglia successivamente con la gara sospesa definitivamente dall’arbitro che ha sancito così la permanenza dei calabresi in cadetteria e la retrocessione dopo 38 anni in Serie C delle ‘Rondinelle’. Nel post partita è il caos più totale con la rabbia dei tifosi di casa e scene da guerriglia fuori lo stadio. Nel parcheggio del ‘Rigamonti’ sono state incendiate diverse auto tra cui il Suv del calciatore Huard come scrive ‘La Gazzetta dello Sport’ mentre le due squadre con le famiglie, i sostenitori ospiti e i giornalisti sono rimasti bloccati dentro l’impianto fino all’1 di notte.

Serie B, Brescia-Cosenza: guerriglia e scontri al ‘Rigamonti’

Situazione quindi che è degenerata dopo la fine della partita, con atti di vandalismo e lancio di sassi anche verso i blindati della polizia.

Brescia-Cosenza sospesa
Polizia in campo (LaPresse) – Calciomercato.it

Bersaglio numero uno degli ultras del Brescia – oltre all’assalto ai tifosi ospiti – il patron Cellino: cori e insulti verso il numero uno delle ‘Rondinelle’. Sarebbero rimasti contusi alcuni rappresentati delle forze dell’ordine e degli steward, oltre a un tifoso del Cosenza. Solo dopo l’1 di notte si è ritornati alla normalità con la furia dei facinorosi sedata dalla polizia, mentre i sostenitori calabresi sono riusciti così a uscire dal ‘Rigamonti’ e a lasciare lo stadio scortati dopo l’assalto in precedenza della curva di casa. Da capire adesso quali saranno le conseguenze per il Brescia e gli ultras locali, mentre il Cosenza e i suoi tifosi dopo momenti di terrore possono finalmente esultare e godersi la permanenza in Serie B.