Juventus, tonfo da 80 milioni: Allegri trema per i suoi gioielli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:50

Situazione difficile per la Juventus dopo la penalizzazione di 15 punti in classifica. Senza la partecipazione alla Champions League, Allegri rischia di perdere i suoi campioni

E’ uno dei momenti più complicati della storia recente della Juventus, inutile girarci attorno. La penalizzazione di 15 punti inflitta dalla Corte d’Appello Federale complica maledettamente la stagione della formazione di Allegri, adesso lontanissima dal quarto posto che vale la Champions League.

Juventus, Chiesa e Vlahovic in bilico
Chiesa e compagni – Calciomercato.it

I bianconeri dopo lo scoppiettante 3-3 in casa contro l’Atalanta sono scivolati al decimo posto e a -14 dalla Roma di Mourinho, quarta in classifica dietro Napoli, Milan e Inter. Servirebbe qualcosa di straordinario – tanto per citare Massimiliano Allegri – per riagganciare il treno Champions, in attesa del Collegio di Garanzia del Coni che metta la parole fine sull’inchiesta plusvalenze. Il mancato accesso alla massima competizione europea sarebbe pesantissimo per la ‘Vecchia Signora’ e non solo per una mera componente di prestigio e obiettivi. La Juventus rischierebbe di non incassare fino a 80 milioni di euro dai mancati ricavi (sponsor compresi) senza la partecipazione alla prossima Champions League. Un disastro per le casse della società e che potrebbe costringere la dirigenza bianconere a delle manovre estreme sul mercato per ripianare le perdite. Ad iniziare dal futuro di Rabiot, allontanando definitivamente un eventuale rinnovo del nazionale francese con la Juve.

Calciomercato Juventus, da Vlahovic a Chiesa: terremoto senza Champions

Allegri e l’area tecnica non mollano comunque la presa sul centrocampista e prossimamente avranno un nuovo summit con la mamma-agente dell’ex PSG per cercare di aprire uno spiraglio alla permanenza del giocatore alla Continassa.

Calciomercato Juventus, Allegri trema senza Champions
Massimiliano Allegri – Calciomercato.it

Impresa difficile, resa ancor più complicata dalle note vicende extra calcistiche e dalla pesantissima penalizzazione in classifica per i bianconeri. Inoltre, la paura dei tifosi della ‘Vecchia Signora’ è di perdere i pezzi pregiati dello scacchiere di Allegri la prossima estate. Primo fra tutti Dusan Vlahovic, corteggiato dalle grandi di Premier oltre al Bayern Monaco. La Juventus valuta 100-110 milioni il cartellino del centravanti serbo e difficilmente potrebbe resistere ad un assegno a tripla cifra al termine della stagione. L’ex Fiorentina è pronto al ritorno in campo superata la pubalgia, ma è inevitabile che sia il profilo più spendibile in uscita per ovviare alle possibili e pesanti perdite di una mancata partecipazione alla prossima edizione della Champions League.

Insieme a Vlahovic l’altro gioiello di casa Juve è ovviamente il ‘gemello’ Federico Chiesa, che sta ritrovando la migliore condizione dopo la lunghissima assenza per il grave infortunio al crociato del ginocchio. Il numero 7 è un beniamino dell’Allianz Stadium e una sua cessione sarebbe mal digerita evidentemente dal popolo bianconero. Un’offerta importante superiore ai 60 milioni di euro, però, difficilmente lascerebbe insensibile la dirigenza della Continassa. Tutto comunque dipende dalla Champions e dalle inchieste che vedono coinvolta la Juventus: la ‘Vecchia Signora’ rischia di perdere i suoi diamanti più pregiati.