PAGELLE e TABELLINO Monza-Sassuolo 1-1: Berardi è un disastro, riscatto Caprari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:56

Monza-Sassuolo: pagelle e tabellino del match dell’U-Power Stadium valevole per la diciannovesima giornata del campionato di Serie A. Caprari inventa e risponde al vantaggio di Ferrari

Caprari consente al Monza di conservare l’imbattibilità in campionato nel 2023 e risponde al guizzo nel primo tempo di Ferrari che aveva permesso al Sassuolo di chiudere in vantaggio il primo tempo.

Monza-Sassuolo, pagelle e tabellino
Berardi e Caprari. – Calciomercato.it

L’ex fantasista del Verona inventa il capolavoro dell’1-1 e riscatta un deludente primo tempo, mentre dalla parte opposta Berardi spreca due volte davanti a Di Gregorio e grazia la formazione di Palladino. L’ex Frattesi si prende la scena a centrocampo, Izzo stavolta male nel pacchetto arretrato del Monza.

Le pagelle di Monza-Sassuolo: duracell Frattesi, Izzo (stavolta) bocciato

MONZA

Di Gregorio 6 – Incolpevole su Ferrari: le responsabilità non sono le sue. Tira un sospiro di sollievo sulla traversa colpita da Laurienté.

Marlon 6 – Uno degli ex della sfida: frena Laurienté e non commette errori davanti a Di Gregorio (46′ Pablo Marì 6,5 – Efficace e solido nel guidare la difesa brianzola nella ripresa).

Caldirola 6,5 – Il migliore della retroguardia di casa, fa buona guardia su Defrel e dopo lo 0-1 evita il raddoppio sul centravanti ospite (71′ Gytkjaer 5,5 – Gli manca la necessaria freddezza davanti a Pegolo).

Izzo 5 – Dorme su Ferrari in occasione del vantaggio ospite. Scintille con Berardi: fatica a contenere il numero dieci, per una volta è tra i bocciati.

Birindelli 6 – Palladino gli dà fiducia e si propone con costanza. Sta crescendo come condizione (46′ Colpani 6 – Dà imprevedibilità alla manovra, anche se in alcune situazioni è troppo leggero).

Pessina 6,5 – Meno brillante del solito, limita i danni nella prima frazione. Cambia marcia nella ripresa, quando accelera le operazioni in mediana e scuote i suoi da vero capitano.

Machin 6 – Un po’ anarchico e lento in manovra. Ha i mezzi per essere più incisivo in mezzo al campo. Sale di tono dopo l’intervallo.

Carlos Augusto 6,5 – Solito motorino sulla sinistra, le azioni più pericolose del Monza partono dal suo binario. Sfiora l’1-1 a fine primo tempo con una potente conclusione dal limite.

Ciurria 6 – Parte forte ma poi fatica a incunearsi tra le maglie della difesa neroverde. Primo tempo sottotono, più pimpante quando Palladino lo sposta sulla corsia destra.

Caprari 7 – Rientra dopo il fastidio muscolare accusato in settimana, ma almeno nel primo tempo è lontano parente del giocatore decisivo nella trasferta di Cremona. Troppo lezioso, non punge come dovrebbe. Cambia registro e si riscatta dopo l’intervallo: l’invenzione ‘alla Del Piero’ che lascia impietrito Pegolo riporta in carreggiata il Monza.

Petagna 5,5 – Si dà un gran da fare, apre spazi interessanti per i compagni sfruttando stazza e mancino. Gi manca però la zampata davanti a Pegolo (46′ Mota 6 – Caratteristiche diverse rispetto al compagno, mobilissimo lungo tutto l’arco offensivo. Crea scompiglio).

All. Palladino 6 – Nel primo tempo il suo Monza fatica a trovare la porta. Ribalta la squadra nella ripresa ed è un’altra storia: punto prezioso in chiave salvezza vista la giornata non brillantissima dei brianzoli.

Monza-Sassuolo, voti e tabellino
Il gol di Ferrari – Calciomercato.it

SASSUOLO

Pegolo 6,5 – Attento nelle uscite e sulle conclusioni da fuori del Monza. Sull’1-1 salva il risultato murando il neo-entrato Gytkjaer. Può solo ammirare la parabola vincente di Caprari.

Toljan 5,5 – Carlos Augusto è un brutto cliente, pomeriggio complicato.

Erlic 6,5 – Tiene a bada Petagna e mura il destro a colpo sicuro di Caprari.

Ferrari 6,5 – Svetta nell’area emiliana e fa male dalla parte opposta con il guizzo che sblocca il risultato. Accusa la stanchezza nel finale e Dionisi lo tira fuori (79′ Tressoldi SV).

Rogerio 6 – Bada a contenere prima Birindelli e poi le accelerazioni di Ciurria.

Frattesi 7 – Era l’uomo più atteso, l’ex della della sfida applauditissimo dal pubblico brianzolo. Spezza e riparte, ha la gamba per dettare il ritmo in mezzo al campo. Resta lucido fino alla fine: elemento imprescindibile per questo Sassuolo e pezzo pregiato sul mercato della vetrina emiliana.

Obiang 6 – Essenziale, scudo davanti la difesa. Copre le spalle alle incursioni di Frattesi.

Traore 5 – Spaesato e mai pericoloso da collante tra centrocampo e attacco. Uomo mercato del Sassuolo, luce spenta all’U-Power Stadium (61′ Henrique 5,5 – Combina poco anche lui).

Berardi 4,5 – Nervoso per la marcatura ad hoc di Izzo, il dieci ospite accende la luce quando ha la possibilità di rientrare col mancino e duettare con i compagni. Palla al bacio per Laurienté sulla traversa del francese, nella ripresa invece è disastroso: l’uomo in meno del Sassuolo, sciupa malamente due clamorose occasioni. Dottor Jekyll e mister Hyde.

Defrel 5 – Prima Caldirola e poi Pablo Marì lo marcano stretto negli ultimi sedici metri. Torna titolare dopo cinque mesi, fa poco per determinare al centro dell’attacco del Sassuolo (79′ Alvarez SV).

Laurienté 6 – Si accende a tratti, non sempre azzecca la giocata giusta. Quando accelera però fa paura e fa tremare la traversa sull’assist di Berardi (79′ Ceide SV).

All. Dionisi 6 – Ferrari illude nel primo tempo il Sassuolo, che ha il demerito di non chiuderla e sciupare due nitide occasioni nella ripresa con Berardi. Spezza l’emorragia di risultati, ma c’è più di qualche rimpianto.

Arbitro: Prontera 6 – Partita corretta, a parte qualche scintilla tra Izzo e Berardi. Non ha particolari difficoltà, buona gestione.

TABELLINO

MONZA-SASSUOLO 1-1
13′ Ferrari (S); 60′ Caprari

Monza (3-4-2-1): Di Gregorio; Marlon (46′ Pablo Marì), Caldirola (71′ Gytkjaer), Izzo; Birindelli (46′ Colpani), Pessina, Machin, Carlos Augusto; Ciurria, Caprari (80′ Valoti); Petagna (46′ Mota). A disposizione: Cragno, Barberis, Rovella, Sensi, Antov, Bondo, Carboni, D’Alessandro, Vignato. Allenatore: Palladino

Sassuolo (4-3-3): Pegolo; Toljan, Erlic, Ferrari (79′ Tressoldi), Rogerio; Frattesi, Obiang, Traore (61′ Henrique); Berardi, Defrel (79′ Alvarez), Laurienté (79′ Ceide). A disposizione: Russo, Ayhan, Romagna, Kyriakopoulos, Marchizza, Maxime Lopez, Thorstvedt, D’Andrea. Allenatore: Dionisi

Arbitro: Prontera (sez. Bologna)
VAR: Di Paolo
Ammoniti: Laurienté (S), Colpani (M), Valoti (M), Berardi (S)
Espulsi:
Note: recupero 0′ e 4′; spettatori 10.200