Con trenta milioni il Milan prende il bomber a gennaio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:28

Fissato il prezzo per il giovane bomber che piace a tutta Europa: anche Milan e Inter sono ora avvisate

E’ giovane, ha talento, sa segnare e far segnare. Tutte caratteristiche che basterebbero ad attirare le attenzioni dei più grandi club europei. Se poi si aggiunge che ha anche il contratto in scadenza nel 2023, ecco che l’interesse diventa molto più che concreto.

Milan, trenta milioni per Moukoko
Maldini © LaPresse

Ed allora non sorprende che ad averlo messo nel mirino siano le società più importanti del Vecchio Continente: Liverpool e Manchester United in Premier League, Barcellona in Spagna e poi l’immancabile Paris Saint-Germain e il Bayern Monaco. In Italia un pensierino ce lo ha fatto il Milan, un altro potrebbe farcelo l’Inter che in estate potrebbe non riscattare Lukaku e ha Dzeko in scadenza di contratto. Ed allora il futuro di Youssoufa Moukoko diventa un intrigo internazionale, considerato che il Borussia Dortmund non vorrebbe certo perderlo a zero il prossimo giugno.

Per farlo serve però il rinnovo, cosa non semplice visto che siamo a novembre e novità da questo punto di vista non ce ne sono. Oppure l’altra soluzione è lasciarlo partire già a gennaio, in modo da monetizzare il più possibile. E, stando a quanto riportato dalla ‘Bild’, qualcosa da questo punto di vista si è mosso.

Calciomercato Inter e Milan, Moukoko a gennaio: servono trenta milioni

Moukoko, trenta milioni a gennaio
Moukoko © LaPresse

Il Borussia Dortmund sarebbe anche disposto a lasciar partire Moukoko a stagione in corso ma soltanto davanti ad una cifra molto cospicua. Secondo il quotidiano tedesco, il prezzo giusto per il 17enne attaccante tedesco è trenta milioni di euro. Cifra importante per chi vedrà scadere il suo contratto soltanto sei mesi più tardi, ma i fattori che entrano in ballo sono tanti. Dalla folta concorrenza all’età di Moukoko, passando per il suo rendimento.

Sei gol e quattro assist nelle quattordici presenze in Bundesliga, un bottino decisamente importante che stuzzica la fantasia dei top club europei. Anche Inter e Milan ci pensano, ma a  gennaio servirà uno sforzo economico importante per anticipare la concorrenza.