Trascina l’Inter, ma il futuro è incerto: numeri da capogiro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:45

L’Inter travolge con un tennistico 6-1 il Bologna e riscatta la batosta di Torino contro la Juventus. A tenere banco è però il rinnovo di un alfiere dello scacchiere di Inzaghi

L’Inter ritrova la via maestra e sommerge di reti il Bologna dell’ex Thiago Motta nel tennistico 6-1 di ieri sera a San Siro.

Calciomercato, ultime rinnovo Dzeko
Edin Dzeko e compagni ©LaPresse

Nerazzurri rabbiosi e vogliosi di dimenticare in fretta la debacle di Torino contro la Juventus, con Simone Inzaghi che respira dopo le critiche degli ultimi giorni. La prova del nove però sarà la trasferta di Bergamo con l’Atalanta, da vincere per Skriniar e compagni per non uscire definitivamente dai giochi scudetto considerando il vertiginoso ritmo tenuto finora dal Napoli dell’ex Spalletti. Dimarco e Dzeko sono stati i trascinatori dell’Inter nella notte del Meazza, con il centravanti bosniaco che ha riscattato la scialba prova di domenica scorsa all’Allianz Stadium.

Nel momento di maggiore difficoltà, Dzeko ha estratto dal cilindro una spettacolare girata che ha fatto secco Skorupski e tirato fuori dalle sabbie mobili l’Inter, in svantaggio nella prima parte di gara dopo la rocambolesca rete di Lykogiannis. Un gol di rara bellezza, il settimo stagionale tra campionato e Champions League del ‘Cigno’ si Sarajevo. Malgrado la carta d’identità e le 36 primavere sulle spalle, Dzeko rimane un elemento preziosissimo per la causa interista, sia in termini realizzativi che prestazionali. L’ex capitano della Roma ha rimpiazzato degnamente l’infortunato Lukaku negli ultimi mesi e si è dimostrato più che una semplice riserva nelle rotazioni di Inzaghi.

Calciomercato Inter, Dzeko non tramonta mai: gli scenari sul rinnovo

Calciomercato Inter, futuro Dzeko
Dzeko, classe ’86 ©LaPresse

Mettendo sul tavolo tutti questi dati, non è impensabile che Dzeko a fine stagione prolunghi ulteriormente la sua esperienza a Milano. Il contratto del bosniaco scadrà il prossimo giugno, con la dirigenza di Viale della Liberazione che incrocerà l’entourage dell’attaccante durante la lunga sosta per il Mondiale. Marotta, Ausilio e Inzaghi sono convinti che Dzeko possa ancora essere molto utile alla causa, con il classe ’86 che potrebbe rinnovare per una stagione con ulteriore opzione per un altro anno. Intanto il diretto interessato dribbla l’argomento nel post gara di Inter-Bologna: “Ora non ci penso proprio, c’è un’altra partita da fare domenica. Del futuro si parlerà dopo“, ha chiosato il centravanti che poi ha aggiunto: “Gli anni non contano, è il campo che deve dimostrare se ce la fai o no. E io penso che ancora ce la faccio”. Il sempreverde Dzeko, elogiato da Walter Sabatini nell’intervista rilasciata in esclusiva a Tv Play lo scorso 25 ottobre, vuole continuare a regalare magie all’Inter e a Inzaghi.