Il coro della Curva fa discutere: tifosi spaccati a San Siro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:18

Clima particolare al ‘Meazza’ per il match tra Inter-Bologna. La reazione del resto dello stadio al coro intonato dalla Curva Nord nerazzurra

L’Inter non può sbagliare nel match di questa sera a San Siro contro il Bologna, dopo la fragorosa sconfitta dell’Allianz Stadium contro la rivale per eccellenza Juventus.

Inter, la reazione della Curva Nord
Curva Nord Inter ©LaPresse

L’ennesimo successo del Napoli ha fatto sprofondare i vicecampioni d’Italia a -14 dalla vetta, mentre i passi falsi di Atalanta e Roma nel pomeriggio possono aiutare i nerazzurri a risalire la classifica in chiave Champions League. Solita grande affluenza dei tifosi interista a San Siro, con il pubblico però spaccato nella prima parte della contesa. La Curva Nord – senza bandiere, tamburi e striscioni dopo gli incresciosi fatti contro la Sampdoria – ha dedicato un coro al capo ultrà Vittorio Baiocchi, ucciso in un agguato a Milano lo scorso 29 ottobre.

Inter-Bologna, San Siro si divide: fischi per la Curva Nord

Il resto di San Siro ha fischiato il settore di riferimento dei sostenitori nerazzurri e si respira un’aria particolare tra la Nord e il resto dello stadio, che non sta seguendo i cori intonati dalla curva. Prima del fischio d’inizio, invece, applausi e ovazione per la formazione dell’Inter: compreso Simone Inzaghi, anche se dalle tribune si è percepito qualche timido fischio isolato per il tecnico piacentino. Non certo il clima ideale per rialzare la testa e ritrovare la retta via dopo il flop di Torino con la Juve.