Terra bruciata attorno a Ronaldo, seconda batosta “ufficiale”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:55

Momento complicato per Cristiano Ronaldo messo fuori squadra dallo United: per CR7 si aggiunge anche una nuova ‘batosta’

Altro che periodo nero, la stagione di Cristiano Ronaldo si sta trasformando in un vero incubo. L’avvicinamento al Mondiale sta andando come peggio non potrebbe per il portoghese che al Manchester United è ormai diventato quasi un peso.

Ronaldo, il Marsiglia non lo vuole
Ronaldo © LaPresse

L’ultimo caso è nato nel corso della sfida contro il Tottenham di Conte con CR7 che, in panchina per tutto il match, è rientrato negli spogliatoi prima che l’arbitro fischiasse la fine dell’incontro. Un comportamento che ha portato il club ad usare il pugno duro: è di oggi il comunicato dei Red Devils con il quale si ufficializza la punizione per Ronaldo, messo fuori rosa per la sfida con il Chelsea.

In attesa di capire quando al portoghese sarà consentito di tornare in campo, per l’ex Juventus arriva un’altra ‘bocciatura’ pesante: le parole del presidente non passano di certo inosservate.

Ronaldo nel mirino: Longoria parla chiaro

Longoria: "Ronaldo? Meglio giocatori che pensano al collettivo"
Ronaldo © LaPresse

E’ il presidente del Marsiglia Pablo Longoria a parlare di Cristiano Ronaldo e della possibilità di vederlo con il club transalpino nei prossimi mesi. Possibilità remota a giudicare dalle parole del dirigente a ‘RMC’.

“Si dialoga sempre… Il calcio è molto chiaro, si fa con i mezzi che si hanno a disposizione, con l’equilibrio economico – afferma Longoria – . Bisogna fare di tutto per ottenere i migliori risultati, cercare il modo per migliorare squadra ma con stabilità finanziaria. Questo è importante nel 2022. Abbiamo bisogno di una situazione economica duratura”. Continuando nel suo ragionamento, il numero uno dell’Olympique è ancora più diretto sull’ipotesi Ronaldo: “Siamo lontani da idee del genere, grandi stelle, giocatori individuali. Siamo più per giocatori che mettono le prestazioni individuali al servizio del collettivo. Abbiamo un progetto dove ognuno deve mettersi a disposizione di un collettivo”.

Progetto che sembra divergere dal talento di Ronaldo, fuoriclasse assoluto ma spesso accusato di pensare più a sé che al bene della squadra. Per CR7 un’altra ‘bocciatura’ che va a complicare un periodo già nero di suo.