Roma, conferme su Dybala e l’infortunio: non rinuncia all’Argentina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:10

Durante il riscaldamento di Roma-Atalanta Dybala ha dato forfait per un problema muscolare che lo ha costretto a guardare la gara dalla tribuna. Ora però c’è l’Argentina: arrivano conferme 

La Roma di Josè Mourinho arriva alla sosta con in mano un pugno di mosche dopo il ko interno contro l’Atalanta che al contrario lancia la squadra di Gasperini. Nella sfida dell’Olimpico persa per 0-1 i capitolini hanno avuto diverse chance per andare in rete senza però riuscire poi concretamente a battere Sportiello bravo anche a sfruttare l’imprecisione di Abraham e soci. La Roma peraltro era orfana di Paulo Dybala, che si è fermato per un problema muscolare nel corso del riscaldamento della truppa giallorosso, alzando bandiera bianca e finendo in tribuna.

Dybala risponde all'Argentina
Paulo Dybala ©LaPresse

Una doccia gelata per Mourinho che ha dovuto rinunciare ad un uomo da 4 reti e due assist in questo primo scorcio di stagione, capace peraltro di infiammare con le sue giocate. Una fastidio al flessore che ha messo tutti in pre allarme optando quindi precauzionalmente per l’esclusione dalla sfida contro l’Atalanta. Ora però per Dybala ci sarà la convocazione con la sua Argentina, alla quale, come anticipato ieri, non ha la minima intenzione di rinunciare.

Roma, tutto confermato: Dybala risponde alla chiamata dell’Argentina

Dybala risponde all'Argentina
Paulo Dybala, attaccante della Roma ©LaPresse

Scaloni ha inserito il nome di Dybala nell’elenco dei calciatori convocati per le gare contro Jamaica e Honduras e la ‘Joya’ sa benissimo di doversi giocare tutte le sue carte residue in vista del Mondiale ormai non più così distante. A tal proposito, arrivano conferme su quanto scritto nella giornata di ieri: il fantasista ex Juventus risponderà alla chiamata dell’Argentina nonostante i problemi al flessore della coscia sinistra.

Sul versante degli acciaccati di casa Roma stringe i denti anche Pellegrini con un problema analogo e raggiunge l’Italia a Coverciano.