Data fissata per l’esonero, la Juve ‘perde’ l’erede di Allegri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:14

Il futuro di Allegri alla Juventus è legato a quello di altri allenatori, un altro esonero può far sfumare un erede in bianconero

Le ultime gare hanno già aperto il primo fronte di crisi in casa Juventus. Il doppio match allo Stadium contro Salernitana e Benfica ha portato in dote soltanto il pareggio in campionato contro i campani e una sconfitta con i lusitani che rischia di mettere già la pietra tombale sulle ambizioni europee per questa stagione. Con l’ovvio risultato di mettere in discussione la posizione di Massimiliano Allegri.

Data fissata per l'esonero, la Juve 'perde' l'erede di Allegri
Massimiliano Allegri © LaPresse

Come raccontato da Calciomercato.it, le prime riflessioni su Allegri sono già in corso in seno alla dirigenza. Con una situazione che potrebbe anche precipitare improvvisamente in caso di mancato successo domenica contro il Monza, necessario per arrivare alla pausa in uno stato d’animo, per tutto l’ambiente, che possa portare un minimo di respiro e chiarire le idee. Non siamo ad uno stato di cose in cui il club abbia tolto la fiducia al tecnico livornese, ma si inizia a ragionare sulle possibili alternative, non più soltanto a fine stagione. Una di queste, però, potrebbe sfumare.

Juventus, si allontana De Zerbi per il dopo Allegri: panchina pronta per lui, ecco quando

Data fissata per l'esonero, la Juve 'perde' l'erede di Allegri
Roberto De Zerbi © LaPresse

Sui social, i tifosi hanno espresso un certo gradimento per De Zerbi come possibile erede di Allegri. L’ex tecnico del Sassuolo è al momento libero su piazza. Calciomercato.it vi ha raccontato dell’ipotesi Brighton, che però non si è concretizzata per adesso. A lui pensa da tempo anche il Lione, che sta vivendo un avvio di stagione complicato. Dopo la scorsa annata deludente, Peter Bosz per ora non è riuscito a imprimere una sterzata, e alle porte c’è il match contro il Psg. Il ds dei francesi, Ponsot, in conferenza stampa, ha parlato di “obiettivi prefissati da raggiungere” legati al futuro del tecnico olandese, dei quali non ha parlato esplicitamente: “Sono cose che restano tra noi”. Ma ‘L’Equipe’ ipotizza che la deadline sia quella di metà novembre, quando la Ligue 1 si fermerà per il Mondiale, e che il destino di Bosz sarà segnato se a quella data il Lione non sarà tra le prime tre in classifica (dopo due sconfitte consecutive, al momento, la squadra è quinta, a 4 lunghezze dalla terza piazza occupata dal Lens). A quel punto, il nome ideale per sostituirlo potrebbe essere proprio quello di De Zerbi.