Ad un passo dall’Inter: “Vorrei, ma non posso”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:30

Negli ultimi giorni della sessione estiva del calciomercato, l’Inter stava per cedere Robin Gosens al Bayer Leverkusen: spuntano nuovi dettagli sul sostituto

L’Inter ha bisogno di rialzare la testa dopo il doppio pesante ko contro il Milan, nel derby valido per la quinta giornata del campionato di Serie A, e il Liverpool, all’esordio nella fase a gironi della Champions League edizione 2022/2023.

Ad un passo dall'Inter: "Vorrei dire di più, ma non posso"
Beppe Marotta, Ad dell’Inter ©️ LaPresse

L’occasione alla squadra di Simone Inzaghi gliela offre il sesto turno di campionato, ma l’avversario è da prendere con le pinze: il Torino di Ivan Juric. I granata sono quarti in classifica, in coabitazione con Udinese e Roma, e hanno conquistato 10 punti in cinque sfide, uno in più dei nerazzurri e della Juventus di Massimiliano Allegri. L’allenatore della squadra meneghina è sulla graticola e, nonostante le rassicurazioni dell’amministratore delegato Beppe Marotta (“Fiducia ad Inzaghi? Sta facendo un ottimo lavoro. Siamo l’Inter e ci vuole accortezza da parte di tutti, dai dirigenti alla parte tecnica”), le voci su possibili sostituti circolano già con insistenza.

Nel calciomercato estivo che ha da poco chiuso i battenti, ad Inzaghi sono stati consegnati innesti di grande livello, in primis Romelu Lukaku. Poi, gli svincolati Mkhitaryan e Onana, che sta insidiando la titolarità di capitan Handanovic. Nell’ultimo giorno utile è arrivato anche il difensore tanto atteso: Francesco Acerbi dalla Lazio. Ma c’è un calciatore, invece, che proprio in quelle ultime ore poteva fare le valigie. Stiamo parlando di Robin Gosens, esterno sinistro chiamato a sostituire Ivan Perisic, finito alla corte di Conte al Tottenham, che non ha però ancora convinto Inzaghi. Sulle sue tracce si era mosso il Bayer Leverkusen, presente anche a Milano in quei giorni, ma la trattativa non è poi andata in porto a causa della formula proposta, prestito con diritto di riscatto, non gradita dal club di Suning.

"All'Inter? Vorrei dire di più, ma non posso"
Jordi Alba, 33 anni ©️ LaPresse

“All’Inter? Vorrei dire di più, ma non posso”

Nel frattempo, si parlava già del possibile sostituto, un nome di altissimo livello come quello di Jordi Alba del Barcellona. Il 33enne esterno sinistro, sotto contratto con i catalani fino al 2024, sembrava essere uno dei sacrificabili e, dunque, si era ipotizzato di un possibile approdo all’Inter per sostituire Gosens. Lo stesso calciatore, adesso, è tornato sull’argomento durante un evento targato Adidas. “Il mio pensiero è sempre stato quello di rimanere al Barcellona. Mi sento pronto per restare qui per gli anni che mi restano di contratto, poi chiaramente il club guarda ai propri interessi. Ho dimostrato il mio attaccamento a questi colori, ma la decisione spetta a loro. Di certo, il mio impegno per il Barça c’è al 100% e basta. Vorrei dire di più, ma non ho intenzione di entrare a fondo nell’argomento“.

Continua Jordi Alba: “La situazione è questa, alla fine ognuno si comporta come vuole e posso dire come faccio io. Sono un uomo a cui piace affrontare le cose faccia a faccia, ma a molti questo modo non piace. Io sono fatto così. Non posso dire altro. In questo calcio, non mi sorprende più nulla con tutto quello che ho fatto e visto”. Parole che denotano una punta di amarezza per essere stato messo in posizione d’uscita dalla società presieduta da Laporta nell’ultimo giorno di mercato. Vedremo cosa succederà a gennaio.