Milan respinto, il direttore sportivo chiude le porte: “Vogliamo tenerlo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:35

Il Milan vede chiudersi le porte che portano a uno degli obiettivi a centrocampo. Il direttore sportivo svela: “Vogliamo tenerlo”

Settimane frenetiche in casa Milan, con la Serie A che è ripartita e il calciomercato che sarà aperto ancora per più di dieci giorni. I rossoneri domenica sera affronteranno il derby lombardo contro l’Atalanta al Gewiss Stadium, mentre la società continua a lavorare per portare nuovi rinforzi alla corte di Stefano Pioli.

Stefano Pioli, allenatore del Milan ©LaPresse

In particolare i rossoneri sembrerebbero necessitare di qualche nuovo innesto sia in difesa che a centrocampo. Proprio per quest’ultimo reparto un obiettivo sembrerebbe complicarsi. Il direttore sportivo ha infatti da poco svelato la volontà di trattenerlo nel club per un altro anno. Le speranze del Milan però potrebbero non essere del tutto sfumate, serve comunque un’offerta importante per il club.

Milan, Onyedika più lontano: il ds Graversen svela la volontà di trattenerlo

Milan: Gabbia resta, Diallo svanisce
Paolo Maldini ©LaPresse

Ultime settimane di calciomercato in cui bisognerà accelerare i tempi se si vorranno mettere a segno gli ultimi colpi estivi. In casa Milan si continua a lavorare per portare a Pioli un difensore e un centrocampista, senza però spese folli. I rossoneri per il centrocampo hanno scelto come obiettivo primario Raphael Onyedika, classe 2001 del Midtjylland, che a soli 21 anni è già un punto fermo della squadra e per il quale i rossoneri hanno già offerto 4 milioni, però rifiutati dal club danese. I rossoneri sarebbero però pronti a un nuovo rilancio e i contatti sarebbero continui.

Nel frattempo il direttore sportivo del club danese, Svend Graversen, ha un provato a spengere un po’ le speranze del Milan dichiarando a ‘Eurosport.dk’ la volontà di trattenere il centrocampista: “Vogliamo davvero trattenere Onyedika per un altro anno”. Certo la volontà del club potrebbe comunque non fermare l’addio del calciatore nigeriano, poiché davanti a un’offerta importante, come per esempio gli 8 milioni richiesti, sarebbe difficile dire di no. Dunque le speranze del Milan non si sgretolano completamente, ma il club rossonero dovrà formulare un’offerta che possa essere convincente e irrinunciabile per il club danese, che non vorrebbe perdere il proprio talento a centrocampo.