Sarri risponde a Mourinho: “Roma seconda sarebbe deludente”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:36

Maurizio Sarri ha acceso subito il derby della Capitale tra Lazio e Roma in occasione della conferenza stampa di questo pomeriggio

In vista dell’esordio in campionato della Lazio di domani pomeriggio, nel match in programma alle 18.30 all’Olimpico contro il Bologna, Maurizio Sarri quest’oggi è intervenuto in conferenza stampa per rispondere alle domande dei giornalisti.

Sarri risponde a Mourinho: "Roma seconda sarebbe deludente"
Maurizio Sarri ©LaPresse

L’allenatore toscano ha ricominciato la stagione aprendo una polemica sugli orari fissati per la prima giornata: “Campionato potrà essere più folle di come mi aspetto. Basta pensare che domani giochiamo alle 18.30 in pieno agosto. In Italia si sta facendo di tutto per non vendere il nostro prodotto“.

Sul mercato, invece, ha mostrato soddisfazione per le scelte dei dirigenti: “Mi piace quello che è stato fatto quest’estate. Scelte logiche che rientrano nelle dimensioni di questa società. Non possiamo prendere top player e servono strade alternative. L’abbiamo fatto in maniera giusta, ma ora parlerà il campo”.

Tra i nodi da risolvere, rimane il rebus portiere dopo gli arrivi di Maximiano e Provedel: “Ci sarà titolare domani? Non ho deciso. Maximiano lavora con noi da più tempo. Provedel si è integrato bene nel gruppo. Ma sarà il campo a dirci chi giocherà di più. Duramente la stagione comunque entrambi troveranno il loro spazio”.

Serie A, Sarri stuzzica Mourinho: “Un secondo posto sarebbe deludente”

Sarri risponde a Mourinho: "Roma seconda sarebbe deludente"
Maurizio Sarri ©LaPresse

Dopo il grande mercato fatto dalla Roma, Sarri ha alzato il livello di pressioni sul rivale Mourinho che qualche ora prima aveva ‘escluso’ i giallorossi dalla lotta scudetto: “Sul mercato la Lazio non ha speso, ha investito. Se c’è qualcuno ad avere speso è la Roma. Ho molta stima di Mourinho, ma il secondo posto della Roma per me sarebbe una delusione quest’anno“.

Tornando a mercato, non è stato ancora risolto il caso Luis Alberto: “I primi allenamenti dopo la pausa non è stato benissimo. Ha avuto una settimana un po’ complicata. Poi già sapete che mi ha comunicato il desiderio di tornare in Spagna. Sicuramente è stato in parte condizionato da questo. La società si è resa disponibile, ma non ci sono state le possibilità. Io comunque negli ultimi giorni l’ho visto  concentrato”.

Infine, un filo di preoccupazione sullo stato di forma di Milinkovic-Savic: L’ho visto un po’ in difficoltà dal punto di vista fisico, ma è normale per uno con la sua stazza. Per un paio di partite dovremmo accompagnarlo, ma poi dovrà accompagnarsi da solo”.