Bufera Inter: rescissione del contratto e richiesta dei danni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:08

Non solo il mercato in uscita: continua a tenere banco una vicenda in casa nerazzurra, ancora lontana dall’essere risolta. Tutti gli aggiornamenti

L’Inter al momento ferma sul mercato, in attesa che si sblocchino le uscite di alcuni giocatori fuori dal progetto e che non rientrano nei piani di Inzaghi e della società.

Inter-Mkhitaryan è fatta: visite mediche
Marotta e Zhang ©LaPresse

Alexis Sanchez a breve rescinderà consensualmente il contratto con la squadra nerazzurra, mentre si cerca l’accordo con l’Atalanta per la cessione di Pinamonti. Ballano 5 milioni di euro tra le due società, con il Sassuolo alla finestra e pronta ad approfittare di un’eventuale fumata nera tra la ‘Dea’ e il sodalizio di Zhang. La dirigenza e la proprietà intanto blindano Skrinair e Dumfries: servirà un’offerta fuori mercato per dare il via libera alla loro cessione, con PSG e Chelsea ancora lontane dalla richieste di Marotta.

Intanto nelle stanze di Viale della Liberazione prosegue la grana su Digitalbits, in ritardo sulle rate di pagamento. La società nerazzurra nei giorni scorsi ha rimosso il main  sponsor dalle maglie della Primavera e della squadra femminile, oscurandolo pure dal sito web ufficiale e dai pannelli a bordocampo nell’ultima amichevole di Cesena contro il Lione.

Inter, Digitalbits non paga: ipotesi rescissione unilaterale

Lukaku
Lukaku e Lautaro ©LaPresse

Come scrive stamane il ‘Corriere dello Sport’, la vicenda è ancora lontana dall’esssere risolta e non sarebbero da escludere azioni traumatiche da parte dell’Inter nei confronti di Digitabits. Come ad esempio la rescissione unilaterale del contratto se l’azienda di criptovalute non provvederà puntualmente ai pagamenti, la richiesta danni o la ricerca di una nuova sponsorizzazione principale per le maglie nerazzurre.