“Bambino viziato, insopportabile”: il Re, adesso, è nudo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:49

Continua a tenere banco, e non potrebbe essere altrimenti, il caso Cristiano Ronaldo al Manchester United. Il fuoriclasse portoghese fa sempre discutere

Passano gli anni, ma Cristiano Ronaldo è sempre sulla bocca di tutti, per un motivo o per l’altro. Il fuoriclasse portoghese è ai ferri corti col Manchester United e il suo agente, Jorge Mendes, sta cercando una nuova sistemazione che possa soddisfare il suo assistito. Ma non sarà facile piazzare il calciatore, vista anche la volontà di giocare in un club che disputi la prossima edizione della Champions League.

"Bambino viziato, insopportabile": il Re, adesso, è nudo
Un corrucciato Cristiano Ronaldo ©️ LaPresse

L’ultima polemica è nata pochi giorni fa. Tornato a Manchester, dopo aver disertato la tournée della squadra in Thailandia e Australia, Ronaldo si è messo a disposizione del nuovo allenatore Erik ten Hag. L’olandese lo ha mandato in campo dal primo minuto nell’amichevole giocata domenica scorsa all’Old Trafford contro gli spagnoli del Rayo Vallecano. Quello che poteva sembrare un gesto distensivo, si è rivelato un boomerang. All’intervallo, infatti, CR7 è stato sostituto dall’ex trainer dell’Ajax per fare spazio al giovane Amad Diallo, andato in gol dopo tre minuti dall’ingresso in campo.

Un cambio che il portoghese non ha vissuto bene, tanto da lasciare lo stadio a partita in corso, senza aspettare il fischio finale. Una mossa che ha fatto imbestialire ten Hag che ha pubblicamente bollato il comportamento tenuto da Ronaldo come “inaccettabile”. “Non intendo lasciar passare quello che è successo. Siamo una squadra, questo significa che devi rimanere fino alla fine della partita”, il commento completo rilasciato ad un media olandese dall’allenatore dei ‘Red Devils’. E il problema tra CR7 e il suo attuale club si acuisce ancor di più. Nel frattempo, come detto, Mendes è caccia di una soluzione che possa soddisfare tutte le parti in causa. Ma non sarà per niente semplice.

"Bambino viziato, egoista, egocentrico": Ronaldo distrutto
Cristiano Ronaldo, 37 anni ©️ LaPresse

“Bambino viziato, egoista, egocentrico”: Ronaldo distrutto

Sull’argomento è intervenuto, in gamba tesa e senza mezzi termini, Furio Focolari: “Da un paio d’anni parlo di Cristiano Ronaldo in termini diversi –  le sue parole a ‘Radio Radio’ – È egoista, egocentrico. È stato un grandissimo giocatore, non lo è più, ma si comporta ancora come se lo fosse. È il problema grave di quelli che invecchiano. Credo che lui non sia mai stato amatissimo nelle squadre dove ha giocato, oggi è difficile da sopportare. Col suo gesto ha dimostrato quello che è, un bambino viziato. Ronaldo oggi metterebbe in difficoltà qualsiasi allenatore, perché è un giocatore normale che non puoi sostituire. Nessun tecnico intelligente prenderebbe Ronaldo adesso, è una limitazione enorme averlo in squadra”. Giudizio tranchant che, certamente, farà discutere.