Scamacca e Frattesi: Carnevali dice tutto. Allarme Mourinho

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:28

L’ad del Sassuolo Carnevali ha parlato delle trattative più calde per i neroverdi come Scamacca e Frattesi

Il Sassuolo è tornato a essere protagonista anche in questa sessione di mercato, dove tanti calciatori sono sul taccuino di molti grandi club. Da Berardi a Scamacca, Traore, Raspadori e Frattesi: sono questi i nomi che piacciono alle big d’Italia e non solo. Al momento non è ancora andato via nessun top player dal Sassuolo, ma le trattative ci sono e alcune posso chiudersi nei prossimi giorni.

carnevali sassuolo scamacca psg frattesi roma west ham
Carnevali © LaPresse

“È normale che in un momento di ritiro qualche giocatore, se ci sono voci di mercato, faccia un po’ più di difficoltà. Però credo molto nella loro professionalità. Li vediamo costantemente. Sono in attesa di sapere cosa succederà, anche perché per ora non c’è niente”, ha spiegato l’ad neroverde Giovanni Carnevali. Ai microfoni di ‘Sky Sport’, il dirigente del Sassuolo ha fatto il punto anche su Scamacca che al momento è tra West Ham e PSG. Come raccontato da Calciomercato.it, i londinesi sono avanti per l’offerta e da valutare c’è l’aspetto delle chances da titolare. E l’ad conferma: “Sì, tra di loro c’è qualche bonus di differenza. C’è un discorso non solo legato all’aspetto economico, ma anche a quello del giocatore e quello tecnico. In questo momento non abbiamo bisogno di vendere, dobbiamo ascoltare le esigenze del giocatore e le offerte che possono arrivare”.

L’altro calciatore importante che può andare via è Davide Frattesi, per cui da tempo c’è una trattativa con la Roma: “Con la Roma ci siamo visti più di due settimane fa e da allora non ci siamo più sentiti. Per il momento è tutto fermo. Noi abbiamo la fortuna di avere una proprietà forte, una proprietà che ci permette di guardare più in là e di pensare al nostro percorso di crescita. Non dimentichiamo che il prossimo sarà il decimo anno in Serie A. Chiaro che il nostro desiderio sarebbe quello di trattenere tutti i giocatori, ma se poi arrivano offerte importanti ai giocatori non dobbiamo bloccare questa opportunità di crescita nei loro confronti”.