De Ketelaere e il Milan più vicini. Ziyech non è alternativo al belga

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:08

Ore calde per quanto riguarda il calciomercato Milan. Le ultime sulle trattative per De Ketelaere e Ziyech, obiettivi di Maldini e Pioli

La strada si traccia giorno dopo giorno, ora dopo ora, in modo quasi inesorabile. Il Milan vuole Charles De Ketelaere, ricambiato in tutto e per tutto, e il Bruges sta entrando nell’ordine di idee che quella, solo quella posa essere la strada percorribile, senza finire nel tunnel di una stagione in cui andare a ridiscutere un rinnovo di contratto che potrebbe diventare un boomerang. Quando i giocatori non sono contenti il rischio che questo sia lo scenario all’orizzonte è molto alto. Meglio metterci le mani subito.

De Ketelaere © LaPresse

Ecco perché da una parte il club rossonero sta portando l’offerta a piccoli passi (nemmeno troppo piccoli a questo punto) verso i 30 milioni di euro comprensivi di bonus facili: qualcosa che comincia a somigliare molti ai 35 milioni promessi dal Leeds anche se non ancora formalizzati. E il Bruges comincia sempre più a ragionare sull’opportunità di sedersi al tavolo per provare a definire questa operazione e mettere un punto ad una vicenda che altrimenti rischia di allungarsi troppo. Come anticipato ieri, De Ketelaere non dovrebbe prendere parte all’amichevole odierna del Bruges, segnale di un addio imminente.

Le prossime ore saranno dunque decisive per consentire a Paolo Maldini e Ricki Massara di portare a casa un obiettivo su cui sono concentrati da un po’ e che non hai mai mollato, tessendo la tela con pazienza, lavorando il il club belga e con gli agenti del giocatore che a questo punto dovranno fare la loro parte, dal momento che il giocatore è davvero molto vicino alla possibilità di centrare un traguardo a cui ha dimostrato di tenere molto.

Calciomercato Milan, Gnabry al Chelsea sblocca Ziyech

Ziyech e McKennie © LaPresse

Attenzione perché la questione De Ketelaere non tira fuori il Milan da un’altra pista battutissima, a cui ha lavoro molto Massara in prima persona e che porta ad Hachim Ziyech, il marocchino con cittadinanza olandese del Chelsea sempre a più alla porta del nuovo progetto londinese. Sono due ruoli diversi, anche questo sarebbe un investimento importante, ma non bisogna escludere che il piano cessioni del Milan investa altri giocatori e liberi posti e risorse.

L’interesse del Chelsea per Serge Gnabry del Bayern, che sarebbe un sostituto naturale di Ziyech, fa capire quanto l’intenzione dei Blues sia chiara. E il Milan resta lì, molto attento a seguire quello che accadrà e con l’intenzione di non mollare assolutamente questo obiettivo, molto stimato per le sue qualità tecniche e considerato del tutto funzionale al progetto di Pioli. Bisognerà capire quali spinte potranno arrivare da altri club in Europa per verificare la situazione di Ziyech e se la concorrenza non finirà per alimentare aste. Il Chelsea sembra disposto a ragionare sul prestito con diritto o obbligo. Messa così non è una di quelle operazioni da definire impossibile in partenza. Anzi. Certo dovranno maturare alcune condizioni.

Giorgio Alesse