Skriniar-de Ligt, intreccio e via libera: pagano la clausola

Continua la telenovela legata al futuro di Skriniar e de Ligt. I due difensori potrebbero lasciare rispettivamente Inter e Juventus

C’è grande fermento sul futuro di de Ligt e Skriniar, in bilico e che potrebbero lasciare rispettivamente Juventus e Inter in questa sessione del mercato.

Milan Skriniar ©LaPresse

Chelsea ma soprattutto Bayern Monaco duellano per il centrale olandese della ‘Vecchia Signora’, che oggi è stato travolto dall’affetto dei tifosi bianconeri per le rituali visite mediche di inizio stagione. I sostenitori della Juve hanno chiesto all’ex Ajax di restare a Torino, ma il pressing dei bavaresi è sempre più forte e nelle prossime ore potrebbe esserci un nuovo contatto tra le due società.

Il Paris Saint-Germain invece insiste per Skriniar, anche se al momento non c’è la quadra sulle richieste dell’Inter. Il sodalizio di Zhang chiede almeno 70 milioni di euro, con i parigini che dovranno piazzare un nuovo rilancio per accontentare le richieste di Marotta per il difensore slovacco, big sacrificato dai meneghini per dare nuovo ossigeno alla casse e al bilancio di Suning.

Juventus e Inter, Guardiola si fionda su Kounde: addio a de Ligt e Skriniar

Anche il Manchester City si era interessato a de Ligt e Skriniar, ma Pep Guardiola sembra mollare definitivamente la presa per puntare su altri obiettivi. Nello specifico nei radar dell’allenatore spagnolo sembra esserci Kounde, ambito in particolare dai rivali del Chelsea. La cessione di Aké però – come riporta ‘Sport Illustrated’ – aprirebbe le porte dell’Etihad Stadium al difensore del Siviglia, che ha una clausola rescissoria intorno ai 60 milioni di euro.

Calciomercato Juventus, de Ligt ha scelto il suo futuro: l'annuncio
Matthijs de Ligt ©LaPresse

L’olandese finanzierebbe l’arrivo di Kounde, con Guardiola pronto a soffiare il nazionale transalpino alla concorrenza del collega Tuchel. Il Manchester City mollerebbe quindi definitivamente de Ligt e Skriniar, destinati verso altri lidi in caso ovviamente di addio a Juventus e Inter.