Inter bocciata per Dybala: “Patto chiaro con Mourinho”

Il futuro di Paulo Dybala continua a far discutere non poco. L’Inter viene ‘bocciata’ per la Joya, mentre risale la candidatura della Roma di Mourinho

Paulo Dybala è uno dei casi più eclatanti dell’attuale sessione di calciomercato. La Joya, infatti, dopo l’addio alla Juventus è rimasto senza contratto e libero di accordarsi con qualsiasi società.

Inter bocciata per Dybala: "Patto chiaro con Mourinho"
Dybala © LaPresse

Ma ancora il futuro non è per nulla deciso, anzi l’unica vera offerta sul tavolo è quella dell’Inter che ha bisogno di cedere e che intanto ha preso Lukaku. Di tutta questa situazione ne ha parlato Massimo Mauro a ‘La Gazzetta dello Sport’: “Una situazione impensabile sino a qualche anno fa. Ma il calcio forse sta cambiando, i presidenti si stanno rendendo conto che certi ingaggi non hanno senso – dice l’ex Juventus -. Dybala voleva 10 milioni di euro dalla Juve, quando già 8 sarebbero stati troppi”.

Poi arriva una bocciatura in piena regola per l’Inter: “Sarò sincero: a mio parere l’Inter non è la soluzione ideale per Dybala. Non ne faccio un discorso tecnico, ma numerico. Anche dovesse uscire uno o più tra Dzeko, Correa o Sanchez, la coppia titolare resterebbe Lukaku-Lautaro, senza se e senza ma. Paulo, però, ha bisogno di ritrovare intensità attraverso la continuità d’impiego e dovrebbe farlo partendo dalla panchina? Difficile…”.

Mauro consiglia Dybala: “No Inter, lo vedo meglio alla Roma”

Inter bocciata per Dybala: "Patto chiaro con Mourinho"
Mourinho © LaPresse

Dopo aver scartato l’ipotesi Inter, a Mauro viene chiesto quale sarebbe la squadra ideale per Dybala dopo l’esperienza alla Juventus e lui non ha alcun dubbio: “Sicuramente la Roma e in primo luogo perché José Mourinho è un allenatore che sa toccare i tasti giusti con i suoi giocatori, specialmente quelli più dotati”. Poi continua la sua disamina: “Immagino che Mou possa offrire un patto chiaro e conveniente a Dybala, che al netto di tutto resta un calciatore da 20 gol nei piedi all’anno. Vicino ad Abraham e Pellegrini, Paulo sarebbe nelle condizioni ideali per esprimersi al meglio”. E conclude: “Sarebbe la situazione ideale, limitandoci all’aspetto calcistico e lasciando perdere quello economico”.