Matic: “Mi volevano altre squadre”. Poi ‘esalta’ Mourinho

Le dichiarazioni di Matic nella conferenza di presentazione. Il centrocampista serbo è approdato alla Roma a costo zero firmando per un anno con opzione

In casa Roma è il giorno di Matic. Preso a costo zero con contratto di un anno più opzione per un secondo, il centrocampista serbo si è presentato a stampa e tifosi in conferenza a Trigoria. Ecco le sue parole raccolte da Calciomercato.it.

Matic in conferenza

CONFERENZA MATIC 

“E’ un calciatore che non ha bisogno di presentazioni – ha esordito il General manager giallorosso Tiago Pinto – Sono orgoglioso che abbia scelto noi. Può scegliere di andare ovunque e ha scelto noi. In due-tre giorni abbiamo trovato l’accordo”.

FATTORE MOURINHO – “Sono contento di essere qui con Mourinho di nuovo – ha detto Matic – Lui è uno dei motivi per cui ho scelto la Roma. Solo Lampard ha giocato più partite di me con Mourinho e cercherò di superarlo. Sono felicissimo”.

DALLA PREMIER ALLA SERIE A – “Ho trascorso in Premier League otto anni, era il momento giusto per una nuova sfida. La Serie A è un campionato interessante ed è una bella sfida. Rivoluzione al Manchester? Non ne faccio più parte. Non so cosa succederà”.

TRATTATIVA CON LA ROMA – “La trattativa è stata rapida perché le ambizioni del club sono anche le mie. La vittoria della Roma in Conference League non ha inciso sulla mia scelta perché è stato facile”.

PELLEGRINI – “Conosco quasi tutti i giocatori della Roma, Pellegrini è uno dei più importanti. Domani inizieremo ad allenarci, sono sicuro che avremo un’ottima intesa”.

POSIZIONE IN CAMPO – “Per la mia esperienza con Mourinho lui può cambiare sistema in base ai giocatori che ha. In carriera ho giocato sia a tre che a due, quindi mi adatto a quello che chiede il mister”.

ALTRE OFFERTE – “Quando giochi per il Manchester United hai diverse offerte (dichiara Matic confermando le notizie di Calciomercato.it, ndr), ma volevo la Roma e ricongiungermi con Mourinho. Sono sicuro di aver fatto la scelta giusta”.

RETROSCENA MOURINHO – “Un anno fa non abbiamo parlato con Mourinho di venire a Roma. Un paio di mesi fa abbiamo parlato, è stato importante nella scelta. L’incastro perfetto poi è stato con la Roma. A maggio fare un bilancio del lavoro fatto”.