CM.IT | Milan, Red Bird mette in campo la strategia conservativa: rinnovi tricolore, Krunic c’è

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:53

Milan pronto a rinnovare il contratto a Krunic, simbolo di un metodo del nuovo corso Red Bird. Si attende il contratto di Maldini

La vittoria dello scudetto lo scorso maggio è stato un simbolo. Il tricolore è stato il simbolo di un Milan capace di vincere con un’organizzazione ragionata, razionale e razionalizzata. La vittoria del titolo dopo più di un decennio è giunta, in casa rossonera, poco prima di un altro storico evento, il passaggio di mano della proprietà. Elliot lascia a Red Bird: con tutto il conseguente ginepraio di polemiche che ne è conseguito.

Paolo Maldini
Paolo Maldini ©LaPresse

Poche ore fa, abbiamo descritto (indiscrezione confermata da autorevoli fonti nella giornata di oggi) come Maldini e Massara, anche in virtù delle dimostrazioni date, avrebbero voluto in sede di rinnovo una maggiore autonomia nei processi decisionali. La politica di Gerry Cardinale sembra invece incardinarsi, in questa prima fase, su un modello diverso.

Krunic
Krunic ©La Presse

Si riparte da Krunic, si tratta il rinnovo di contratto

Secondo quanto appreso, infatti, da Calciomercato.it, Red Bird inizierà dai rinnovi degli uomini che hanno condotto al diciannovesimo scudetto rossonero. Anche coloro i quali hanno avuto un ruolo importante ma non hanno avuto grandi copertine. Ad esempio, Rade Krunic. Il bosniaco, classe 93, è stato uno di quelli importanti quando Kessié e Tonali hanno avuto la necessità di mordere il freno. Uno di quelli dai quali ripartire, anche per Stefano Pioli.

Krunic potrebbe vedere a breve rinnovato il suo contratto in scadenza 2024. Un premio per l’abnegazione e per dare certezze e solidità al progetto. Allo stesso tempo, anche un modo per evitare di dover impegnare nuove risorse sul mercato alla ricerca di profili che potrebbero si alzare l’asticella ma che gradirebbero sulle casse del club in un momento nel quale si arriva da una vittoria importantissima.

Una scelta, quella fatta dalla nuova proprietà rossonera, che servirà a marcare anche la linea che dovranno adottare Maldini e Massara. Perché quello dei due dirigenti appare un nuovo scontato, ma con i contorni di operatività ancora da definire.